+Turismo

Quattro giorni di camminate tranquille, soste in castagneti, pinete, spiagge, borghi medievali, oliveti, miniere, lecceti, siti etruschi e sontuosi spazi di relais


Sab 26 - Mar 29 marzo 2016: In cammino insieme per godere della compagnia, della bellezza, dell’aria marina: per rigenerarsi. Acqua di fiume, acqua di terme, acqua di mare, infranto sulla costa morbida e su quella selvaggia; acqua per purificarsi e rinascere. La Costa Etrusca: con paesaggi ed emergenze naturali e culturali assai varie e poco conosciute. Le sere gusteremo manicaretti cucinati dai locali con gli squisiti prodotti della terra che attraversiamo. Si parte da Sassetta nell’entroterra di Castagneto Carducci, verso la Val di Cornia con i suoi paesaggi di colline e coltivi, passando per il monte Calvi a cercar le sue note orchidee. Per due giorni si cammina tra le antiche e moderne miniere, la fantasmica Rocca del Parco di San Silvestro, l’elegante Campiglia e si ozia alle terme di Venturina. Imboccata la via dei Cavalleggeri, attraverso il Parco di Rimigliano, si percorre il lungo costa fino alla Torraccia e s’apre l’incanto del Golfo di Baratti e su fino a Populonia. Il cammino si conclude lungo uno sferzante tratto nella macchia e giù scoprire la Buca delle Fate per raggiungere l’autarchica Piombino nostra meta finale.

  • 1° Giorno - Da Sassetta a Campiglia: l'antica via di taglialegna e minatori
    Descrizione della tappa: Da Sassetta si segue il crinale sulla costa e sulla Val di Cornia, attraverso castagneti e poderi, si percorre la classica via dei boscaioli e minatori verso le miniere e della gente delle montagne verso il mare, si raggiunge il Monte Calvi e i suoi panorami, per arrivare a Campiglia. FIne pomeriggio nel laghetto termaleNote: Chi desidera può scegliere il percorso termale completo -bagno turco, sauna, docce aromatiche etc.-.Possibilità di trasporto bagagli.
  • 2° Giorno - Da Campiglia al Parco archeominerario di San Silvestro
    Descrizione della tappa: Si visitano le miniere, le cave e la splendida Rocca del Palmento, castello edificato dai della Gherardesca attorno al quale si attorciglio? un paese di minatori in pieno medioevo. Note: Zaino leggero. 
  • 3° Giorno - Da Rimigliano a Populonia 
    Descrizione della tappa: Trasferiti a Rimigliano si arriva, via spiaggia, alla Torraccia e attraverso le colline si giunge allo splendido golfo di Baratti, lo si percorre e, imboccata via dei Cavalleggeri si sale da un tratto di costa selvaggio, con vista Elba e Corsica, fino alla incantevole buca delle Fate, si guarda il tramonto e si sale al sontuoso Castello.Note: Possibilità di trasporto bagagli
  • 4° Giorno - Da Populonia a Piombino 
    Descrizione della tappa: Dopo l'eventuale visita all'acropoli, cammineremo lungo la costa aspra di macchia e marosi per giungere all'autarchica PiombinoNote: Possibilità di trasporto bagagli.

N.B. In caso di mal tempo possono essere modificati i programmi giornalieri

LINK AL PROGRAMMA DETTAGLIATO: http://www.waldenviaggiapiedi.it/trekking/costa-degli-etruschi/

+Turismo