+Turismo

Tuffati nei sapori del lago interpretati da uno chef stellato Leandro Luppi, perditi nei panorami e negli scorci bellissimi e poco noti dell’alto lago e nei suoi indimenticabili vini. Una tre giorni da non perdere!

 


Abbiamo avuto l’onore e il piacere di partecipare alla cena di Gala di presentazione dell’evento enogastronomico che vedrà il via il 24 Settembre. Un'occasione conviviale all’interno di una location mozzafiato, il Castello di Malcesine, allestito a ristorante a cielo aperto per noi.

Una delle battute che mi sono state fatte è che difficilmente ci arriva il turista, a Malcesine. Senza motivo alcuno. E io, che da queste parti (sulla sponda opposta, giusto di fronte) ci ho vissuto tutte le mie estati mi sono accorto che è vero. Questa zona del lago, meno nota alle rotte turistiche (quindi meno trafficata delle mete gettonate, e molto più vivibile) è una distesa continua di roccaforti, castelli e viottoli in cui perdersi a camminare sfiorando il lago senza fare a botte coi turisti, e godendosi scorci spettacolari ad ogni tappa.

Ed è quello che abbiamo fatto noi. Ci siamo persi per le viette di Malcesine, dopo aver ammirato scorsi e panorami incantevoli su tutti la strada di arrivo. L'abbiamo girata tutta, senza caos e con una tranquillità che solo il lago riesce a dare, e ci siamo immersi nelle storie e nelle leggende che ruotano attorno alle decine di castelli scaligeri che rendono unica questa zona.
Ci preparavamo all’emozione della sera, ospiti ad una cena di gala, in un castello scaligero, che ci ha accolto con la sua maestosità e bellezza, e con una serata di sapori difficili da dimenticare.

In cucina lo chef stellato Leando Luppi, che ha trasformato piatti che mi vedevano diffidente (come la carbonara di lago) in emozioni forti. Questo il piatto che più mi ha colpito, seguito dal Lavarello più delicato e gustoso che abbia mai provato.
Accompagnati dai vini della cantina Avanzi, e deliziati dai liquori della cantina Pisoni abbiamo provato sapori nuovi, come il gelato alla grappa di cioccolato e assaggiato una barricata delicata e forte come i sapori e i colori del gardaveneto.

Il gran finale è stata la vista, spettacolare, dall’ albergo Lago di Garda, con uno scorcio dell’alto lago che emoziona di sera ma toglie il fiato all’alba, quando i colori e i riflessi iniziano ad animare il cielo. 
E la mattina Malcesine è un luogo tranquillo e rilassante, difficile decidere di alzarsi dalla colazione servita sui tavolini in piazza e prendere la strada del ritorno, consolati dal fatto che era solo un antipasto dell’esplosione di sapori e di gusto che a Settembre animerà le vie di questa città.

Ve la racconteremo live da Malcesine e potrete seguire con l’hastah #gardaveneto e se state scegliendo la meta delle vostre vacanze sul lago prendete in considerazione questa e la tantissime altre città affacciate sul lago che costellano questo lato del Lago, 

Questo Castello, come tanti altri (a partire da quello meglio conservato d’Italia, a Sirmione) è visitabile e aperto al pubblico, merita una visita come tutta questa parte del Lago di Garda Veneto. 

Ciottolando 23/24/25 Settembre 2016

Ovvero, andar per Osterie tra i vicoli di Malcesine a scoprire i sapori della Tradizione.

Malcesine diverrà un ristorante itinerante alla ricerca delle soddisfazioni del palato e alla scoperta delle bellezze storico- naturalistiche del territorio.

Come funziona? Basta acquistare il biglietto con cui verrà consegnata la mappa dei locali aderenti, dislocati nelle vie ciottolate e nelle piazzette del centro storico della cittadina e nelle zone limitrofe: ogni ristorante, pizzeria o enoteca partecipante, studierà un piatto che servirà abbinato ad un vino della zona.

Tenete d'occhio il sito e tutte le novità che ci saranno.

Noi ci saremo ! E Voi?!

+Turismo