+Turismo

Lezione gratuita dedicata ai runners che vogliono scoprire un metodo innovativo di allenamento.  


Vuoi scoprire qual è il “punto guida” della tua corsa? Quello che ti permette una prestazione migliore senza incorrere in tensioni, stress e problemi alle articolazioni? Non perdere la lezione aperta di Metodo Feldenkrais dedicata ai runners che si terrà giovedì 23 giugno alle ore 19.30 presso SpazioNeutro a Milano, via Marchesi de Taddei 21. E' un'iniziativa di Soulrunning in collaborazione con Piuturismo, la prima di un progetto dedicato ai runners. Esplorerai come non hai mai fatto la coordinazione tra anche, spalle e colonna vertebrale per ottenere maggiore velocità e potenza, diminuendo lo sforzo e guadagnando in energia e resistenza. Ottimo per prevenire i rischi di lesioni e problemi alla schiena, alle spalle, alle ginocchia, alle anche, ai piedi.

Correre per l’essere umano è naturale così come camminare, poiché la natura ci ha programmati per queste funzioni, ma stili di vita sbagliati, incidenti o traumi ortopedici, abitudini che impoveriscono i nostri movimenti ci fanno dimenticare l’antico sapere del corpo. Per migliorare in modo strutturale e autentico c’è dunque bisogno di recuperare, ossia re-imparare, questo sapere dimenticato. E’ la proposta del programma SmartFitness, grazie alle innovative e sofisticate strategie del Metodo Feldenkrais. La differenza con tutto quello che hai provato finora è che si tratta di un training che ti permette di migliorare l’organizzazione dell’intero sistema nervoso, il software del “sistema-movimento”, evitando finalmente tensioni e dolori, anzi migliorando i problemi che spesso sono causati proprio dalla tua attività sportiva.  

Si tratta di sviluppare la consapevolezza di come si muovono e si coordinano le diverse parti del corpo durante il movimento, raffinando l’immagine che si ha di se stessi, che è il presupposto per un movimento armonioso, libero, sano, efficiente. Un risultato che non è possibile ottenere attraverso correzioni che si focalizzano sulle singole parti. Se infatti ci concentriamo sull’appoggio del piede possiamo dimenticarci delle spalle, se ci concentriamo sulle spalle ci dimentichiamo del respiro e così via, entrando in un processo di correzioni a catena. Alla fine possiamo anche migliorare la prestazione, ma sarà sempre a un prezzo in termini di salute, perché avremo creato tensioni muscolari inutili, andando a forzare e a usurare parti sovraccariche di un lavoro mal distribuito. Per sapere realmente quello che facciamo è necessario sviluppare la consapevolezza di come ci muoviamo. La principale tattica è quella di distogliere l’attenzione dall’obiettivo, per dirigerla al processo del movimento, così da riconoscere i nostri schemi neuromotori e liberarci da quelli inutili e dannosi che ostacolano la nostra prestazione. Si tratta di un processo di apprendimento neuromotorio che è fondamentale per chi corre, ma anche per altre attività come il trekking, il nordicwalking, lo sci di fondo, il semplice passeggiare. Non perdere l’occasione e prenota se vuoi scoprire le nuove frontiere dell’allenamento sportivo. I posti sono limitati, solo 15. Prenota ora su eventbrite!

 

+Turismo