+Turismo

Per gli appassionati di geologia è ora possibile esplorare il territorio del Lazio attraverso un'affascinante applicazione che consente di conoscere i maggiori geositi della regione e gli itinerari consigliati da esperti geologi.


Rocca di Cave è un borgo a quasi mille metri di quota appartenente alla Comunità montana dei Monti Sabini, Tiburtini, Cornicolani e Prenestini. Dal paese si snoda un percorso di grande importanza dal punto di vista geologico che collega Rocca di Cave a Genazzano: attraverso una passeggiata tra castagneti secolari il visitatore può soffermarsi nei pressi di un geosito risalente a 75 milioni di anni fa e tipico dell’epoca Turoniana. Per gli appassionati di geologia sarà utilissima l’App “ARG”, disponibile per device Android e iOS e di recente pubblicazione (www.geoarg.it), dedicata non solo a questo geosito in particolare ma alla valorizzazione della geodiversità laziale attraverso una mappa da cui è possibile reperire informazioni dettagliate su una cinquantina di geositi sparsi in tutto il territorio della regione.

Alcuni di essi sono stati dotati di sensori di microgeolocalizzazione che, attraverso connessione bluetooth attivata dall’utente, sono in grado di “avvertire” il visitatore della presenza di un geosito di interesse nei pressi. Una volta individuato il geosito è possibile attivare, attraverso un marker grafico posizionato vicino, un sistema di Realtà Aumentata che permette di scoprire nel dettaglio i fossili e le rocce di importanza geologica del sito. L’App consente inoltre di programmare un itinerario geologico tra quelli proposti da esperti geologi che hanno partecipato al progetto, per esplorare il territorio del Lazio da un punto di vista inusuale rispetto alla maggior parte degli itinerari turistici dedicati alla scoperta della regione.

L’App ARG è stata sviluppata grazie a un finanziamento regionale promosso da Lazio Innova nell’ambito del Programma POR FESR Lazio 2007-2013 dedicato allo “Sviluppo di applicazioni, prodotti, processi, contenuti e servizi ICT”. Il progetto è nato dalla collaborazione tra la Dott.ssa Giulia Botticelli, del Dipartimento di Geologia di Roma Tre, e la società Ibimel Srl, attiva nel settore delle Tecnologie dedicate alla valorizzazione dei Beni culturali e museali. 

+Turismo