+Turismo

Grazie a Snam e al progetto Sentieri Sostenibili abbiamo avuto il piacere di visitare la mostra 


Grazie a Snam  e al progetto Sentieri Sostenibili (di cui vi abbiamo parlato diverse volte e che stiamo seguendo da vicino) abbiamo avuto il piacere di visitare la mostra di Leonardo che si svolge fino al 19 luglio a Milano a Palazzo Reale. Una serata esclusiva dedicata alla cultura.

Snam attraverso le sue infrastrutture e la sua rete di metanodotti, che inizialmente si estendeva per poche centinaia di chilometri e che oggi supera i 32.000, è oggi una realtà industriale all’avanguardia in Italia e in Europa che promuove lo sviluppo del sistema gas nazionale e l’integrazione dei mercati energetici continentali.   
Il tutto seguendo un modello di business etico e socialmente responsabile, in grado di generare valore per l’azienda e per le comunità in cui opera attraverso il rispetto dell’ambiente e dei territori.  È proprio in questa visione che si inserisce il sostegno e l’adesione convinta a “Leonardo 1452-1519. Il disegno del mondo”, un’esposizione che ritrae in tutti i suoi aspetti lo straordinario percorso del genio umano per eccellenza, la figura di un uomo che ha dedicato la propria vita alla conoscenza e al progresso.

Una splendida 'Notte Bianca' nelle stanze di Palazzo Reale immersi nella cultura e nella vita del genio Leonardo.

Bellissima esperienza visitare un museo di notte. Se poi la mostra che vedi è un viaggio nella vita del genio di Leonardo da Vinci è tutto ancora più magico.Un percorso dove all'inizio è lui al centro del mondo e alla fine è il mondo a prendere il sopravvento su di lui tanto da sentirsi un fallito (lui?)
La vita di Leonardo si svolge tra continui esperimenti, analisi e studio della natura e del corpo umano , tra macchine , prototipi, bozzetti, fallimenti, ricerca della perfezione e l'ossessione per il volo. 

Ricca, complessa e completa, la rassegna presenta una visione di Leonardo innovatore e sperimentatore, e posa uno sguardo trasversale su tutta l’opera del poliedrico personaggio, che fu artista e scienziato, ingegnere e scenografo. L'amosfera serale ha reso tutto ancora più particolare e magico. 

Il disegno del mondo in circa 200 opere principalmente grafiche. 22 sale che ripercorrono la sua vita attaverso le sue opere, compiute o incompiute, bozzetti, quadri, disegni, appunti che il genio ha lasciato a tutti noi e che gli hanno permesso di essere un innovatore e un inventore.

Leonardo durante il suo percorso va alla ricerca del mondo e cerca di comprenderlo. Prima ancora di essere artista Leonardo è uno scienziato.  Quanto lavoro nei dettagli, nelle simmetrie, nel cercare di far percepire che gli occhi delle persone nei suo quadri andassero oltre e uscissero dal quado. E vi assicuro che visti dal vivo il sentore è che quegli sguardi vadano oltre quelle tele ed escano dal dipinto. La Dama di Leonardo ad esempio, ci emoziona osservandola, sembra guarda proprio noi, un vero capolavoro.

Leonardo figlio illegittimo, senza possibilità di fare l'università, ma con grande talento e voglia di scoprire il mondo che lo circoda.Uomo dei dettagli, delle tele, degli ambienti, tutto ciò che lo circorda è oggetto del suo studio e della sua analisi. Leonardo è in continua evoluzione, studia spesso tecniche innovative che non sempre si rivelano giuste, e lascia spesso opere incompiute. Questo era dovuto alla sua ricerca della perfezione e del dettaglio, e al suo essere sempre pieno di dubbie e interessi.

Leonardo non studia solo i corpi e i volti umani che rivelano sentimenti ma anche la natura; studia il bello ma anche il brutto.  La sua ossessione per il volo lo porta a costruire diverse macchine e a fare vari esperimenti; lui voleva che l'uomo volasse!

La parte finale della mostra sono le opere dei suoi allievi, quale modo migliore per terminare il percorso di vita di un genio?

Una mostra che consiglio di visitare sopratutto accompagnati da un guida che vi racconterò dettagli e anedotti delle varie opere che trovate.

+Turismo