+Turismo

Un progetto per la salvaguardia di Venezia, che coinvolge le strutture turistiche e i viaggiatori e porta l'attenzione sulla punta di diamante del nostro paese: Venezia, e la sua delicatissima laguna.


E' inutile dire che sono innamorato di Venezia, chi mi conosce lo sa, e ovviamente quando ho letto il comunicato che citava "viaggiare responsabilmente" e Venezia non ho resistito.
Preso che il nostro motto è Viaggia responsabile, quello che più mi ha colpito è l'assonanza con il progetto che abbiamo recentemente presentato, I Luoghi di WWFNature.
La scelta è stata quella di coinvolgere le strutture turistiche attorno ad un protocollo, cercando di diffondere una cultura di turismo responsabile ed attento in una delle zone più belle e delicate d'Italia, e nasce un decalogo per il turista, 10 consigli per vivere la laguna di oggi senza compromettere la sua vita domani, perchè visitare la laguna non è seguire un percorso ma perdersi in esso.

Nasce così la carta Etica, sottoscritta da oltre 60 aziende:

  • Rafforzare la conoscenza reciproca per realizzare un’offerta completa e integrata con le realtà e gli operatori della laguna.
  • Comunicare ai visitatori il nostro impegno per un turismo responsabile e rispettoso dei valori presenti in laguna, realizzando sinergie tra la popolazione (depositaria del genius loci), il territorio e i suoi ospiti.
  • Diventare testimonial delle fragilità e delle opportunità di questo delicato patrimonio naturale.
  • Sostenere e favorire il progresso sociale ed economico acquistando prevalentemente prodotti del territorio e privilegiando l’occupazione locale garantendo l’applicazione dei contratti di lavoro stipulati dalle Parti Sociali aderenti a EBT.
  • Favorire buone pratiche in tema di sostenibilità ambientale e risparmio energetico.
  • Offrire esperienze di visita legate alla cultura e alle tradizioni locali, sensibilizzando visitatori e ospiti su conservazione e sviluppo del territorio.
  • Aggiornare la propria formazione sui temi del territorio e dell’ospitalità ad esso legata per un’offerta qualitativamente alta dei servizi resi ai viaggiatori.
  • Ascoltare gli ospiti e le loro esigenze favorendone il ruolo di “Consum-Attori”, ovvero di attenti protagonisti nella realizzazione del prodotto turistico.
  • Rispettare l’equilibrio tra territorio e attività turistica, favorendo la permanenza del turista rispetto al semplice transito.
  • Salvaguardare e valorizzare il patrimonio lagunare con una percentuale dei nostri ricavi.

Lagunaè non è solo un progetto per lo sviluppo della laguna, ma è un modo di portare il viaggiatore a vivere, sentire, innamorarsi, gustare, vedere, condividere un territorio e il suo genius loci. Si tratta della creazione di una rete etica di 80 imprese che operano nel territorio della gronda lagunare da Chioggia a Caorle. Ne fanno parte aziende del settore ricettivo, ristorativo e operatori che offrono attività di intrattenimento, servizi e guida nel territorio.Le aziende hanno aderito volontariamente ad una Carta Etica di Turismo Responsabile e rappresentano il primo esempio italiano di collaborazione “in rete” a favore di uno sviluppo e di una fruizione sostenibile del territorio e dei suoi abitanti. Partecipando a questo progetto, i viaggiatori possono prolungare il loro soggiorno nel territorio scegliendo tra le varie proposte di escursioni, sport, esperienze culinarie e molte altre attività coordinate grazie a Lagunaè.

Allo stesso tempo accumulano dei punti per ottenere le certificazioni di viaggiatore lagunare Voyager, Expert oppure Master, che decretano l’esperienza di “viaggio ecosostenibile”.

E nasce così anche la carta etica del viaggiatore, anche questa da noi molto apprezzata e condivisa:

  • Chiediti perchè viaggi. È importante sapere quali aspettative e motivazioni ti portano a visitare la laguna.
  • Sii calmo e non frettoloso. Lasciati coinvolgere da una dimensione temporale che solo la laguna sa dilatare piacevolmente.
  • Non cercare l' esotico, cerca l' autentico. Sei tu l' esotico in laguna.
  • Informati sui luoghi che stai per visitare. La laguna è ricca di storia, cultura e immagine ma fragile. Rispettane l' habitat.
  • Ricerca rapporti con la gente del luogo. Condividine gli aspetti della vita quotidiana: scoprirai suggestioni e ricchezze di un mondo diverso dal tuo.
  • Adattati alle situazioni impreviste. Rispetta tempi e modi di questo particolarissimo ecosistema per apprezzarlo completamente.
  • Pensa sempre alle conseguenze di ogni tua azione. La laguna non ama inghiottire i tuoi rifiuti, l' alta velocità la agita, le fiamme libere la scottano. Molti tuoi comportamenti potrebbero esserle nocivi.
  • Vivi connesso alla natura. Usa il web e la tecnologia digitale in modo intelligente, ricordando che sono strumenti utili alla visita ma che la vera esperienza è la laguna.
  • Cerca i prodotti e le manifestazioni del territorio, l' artigianato, la gastronomia e la sua arte. Viaggiare in modo responsabile significa vivere il territorio e far vivere chi ci abita.
  • Ascolta il silenzio della laguna. Solo in questo modo riuscirai a sentire tutto ciò che lei ti può raccontare.

Ovviamente abbiamo preso contatti con l'organizzazione, perchè ci piace collaborare con idee e progetti che abbiano il nostro stesso approccio, e non c'è cosa più bella che fare qualcosa per Venezia

+Turismo