+Turismo

Da dicembre 2014 fino a maggio 2015 parte la seconda edizione di NaturArte, la manifestazione culturale che vede coinvolti la Regione Basilicata e i quattro parchi del suo territorio.


I Parchi diventano esperienza ed emozioni oltre la natura. Musica, trekking naturalistici, tradizioni popolari e degustazioni enogastronomiche, incontri con scrittori, conferenze, concerti, performance teatrali, approfondimenti, racconti, educazione ambientale. Con questo immenso programma di attività, scoperta ed emozioni parte, da Dicembre prossimo fino a tutto Maggio 2015, sotto il titolo di NaturArte, un progetto della Regione Basilicata che avrà come locations il Parco Archeologico delle Chiese Rupestri del Materano; il Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane; il Parco Nazionale del Pollino e il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D'Agri Lagonegrese.

Punto di forza del progetto è sicuramente la sinergia tra i Parchi regionali e nazionali che permette a ciascun evento di avere una maggior cassa di risonanza e di importanza e permette di raggiungere tutto le regioni limitrofe e tutto il bacino di utenza di turisti che possono essere interessati a scoprire questa magnifica regione.

Il secondo punto di forza, ma possiamo definirlo meglio un obiettivo, è la possibilità di destagionalizzare l’offerta turistica dei Parchi, creando attrattive, eventi e interesse anche nei week end e nei periodi di bassa stagione spesso poco frequentati dai turisti.

Un progetto complesso, ma tutto da vivere, coordinato dai rappresentanti culturali degli Enti dei quattro Parchi di Basilicata e da funzionari dell’Ufficio Parchi, Biodiversità e Tutela della Natura del Dipartimento Ambiente e Territorio, Infrastrutture, Opere Pubbliche e Trasporti della Regione Basilicata, e che vede agire sul molteplici attori tra i quali gli stessi Parchi, i CEAS presenti sul territorio, le Pro Loco, le guide ambientali, artisti ed artigiani locali.
Il primo evento? Si comincia il 12 dicembre, a Marsico Nuovo, con un week-end sul tema “Il Natale delle biodiversità” ricco di degustazioni dei prodotti tipici, itinerari archeologici, sfilate tradizionali e molteplici iniziative per vivere la storia in modo diverso. 

+Turismo