+Turismo

L’Associazione Naturavalp propone un viaggio a piedi che parte da Aosta e percorre sentieri e mulattiere lungo tutta la Valpelline.


Si attraversano ambienti naturali e paesaggi agricoli disegnati dal lavoro dell'uomo, fino a raggiungere i rifugi alpini Crête Sèche e Prarayer, a Bionaz.

Questo progetto ha lo scopo di promuovere il turismo responsabile nella Valpelline, ossia seguendo i principi di sostenibilità, appoggiandosi a operatori turistici della valle, con attività a basso impatto ambientale e permettendo a turisti e abitanti della Valle d'Aosta di riscoprire luoghi e abitudini di un tempo.

Natura, gente, sapori, animali, cultura, tradizioni e divertimento: questi sono gli ingredienti principali della passeggiata per raggiungere i rifugi alpini dell'alta Valpelline.

L'uso degli asini per il trasporto dei bagagli riavvicina il turista al mondo agricolo e permette di rivivere l'esperienza dei primi viaggiatori e alpinisti stranieri in visita nella nostra vallata.

Il viaggio, con partenza dal capoluogo regionale fino all'inizio della testata della valle, ha la finalità di ripercorrere i vecchi sentieri della Valpelline, incontrare gli abitanti, gli artigiani, gli allevatori e gli agricoltori disseminati lungo i 30 km che separano Aosta dai più alti rifugi presenti nel nostro territorio.

Lontano dal turismo di massa e dagli impianti di risalita, il trekking da Aosta a Bionaz è anche il modo più bello e sostenibile per raggiungere la testata della valle.

Questa, come altre proposte, le trovate sul Sito di Naturavalp.

+Turismo