+Turismo

Con la primavera aumenta la nostra voglia di viaggiare per raggiungere luoghi cari o scoprirne di nuovi.  


Sicuramente il costo del carburante incide sulle nostre scelte, ma dovrebbe gravare ancora di più nelle nostre decisioni il prezzo che stiamo facendo pagare al pianeta in cui viviamo in termini di inquinamento.

Per compiere scelte sostenibili coerenti, e al tempo stesso mantenere i nostri standard di vita senza dover rinunciare a viaggiare in leggerezza, Forever Freedom International (FFI), azienda nata a Orlando in Florida nel 2005, propone una gamma di prodotti che limita l’uso di acqua e l’emissione di gas tossici nell’ambiente.

Il prodotto FFI MPG Caps e MPG Boost, infatti, riduce il consumo del carburante fino al 14% producendo un sensibile risparmio e, soprattutto,  limita le emissioni nocive dei gas di scarico dei nostri mezzi a benzina o diesel fino al 75%.

La tecnologia MPG consente, in sintesi, di “bruciare” il carburante all’interno della camera di scoppio del motore, ottimizzando la combustione del diesel e altri idrocarburi che funzionino con principi simili: diesel, diesel marino, HFO, combustoil, etanolo, benzina e altre miscele.

Pensiamo alla riduzione drastica dell’inquinamento dei gruppi elettrogeni degli ambulanti e dei mezzi pesanti. Pensiamo all’abbattimento dei fumi inquinanti dei nostri mezzi di trasporto, dagli autobus ai pullman, dalle autovetture alle moto. 

Pensiamo alle nostre città e a quanto si può ridurre l’emissione di sostanze nocive, utilizzando i MPG Caps e MPG Boost nelle caldaie di molti edifici pubblici e condomini che ancora utilizzano il gasolio.

I prodotti FFI, tra l’altro, sono anche estremamente attendibili: non contaminano (sono sicuri) e non causano danni ai macchinari che li usano (apportano benefici). Lo certificano i numerosi studi in laboratori prestigiosi a livello mondiale che hanno accertato l’affidabilità nell’impiego della MPG Caps e MPG Boost.  

Il prodotto è stato registrato dalla Enviromental Protection Agency  n°218820001, l’agenzia ambientale degli Stati Uniti d’America.  

Altri rapporti comprovano che la tecnologia MPG non solo non è dannosa per il carburante o il motore, ma apporta effettivamente dei benefici a entrambi.  Aumentando la vita utile delle parti si allungano i cicli di mantenimento con un ulteriore risparmio di denaro, tempo e rifiuti da smaltire e/o riciclare. La resa operativa aumenta.

Altri test indicano che la quantità di lubrificazione aumenta in presenza di MPG, e ciò riduce l’usura in genere causata dallo sfregamento e dal movimento tra le parti componenti l’interno del motore. E questo crea un enorme vantaggio anche nella manutenzione e nei costi di inattività dei mezzi.

Sul sito dell’azienda si possono trovare tutte le certificazioni e la documentazione su indicata.

Il catalizzatore MPG Caps e MPG Boost è una soluzione di bassissimo costo e  autofinanziabile (il risparmio sulla spesa è dieci volte maggiore al costo del prodotto): con il vantaggio che non cambia le nostre abitudini di mobilità

Come individui siamo chiamati spesso ad anticipare e promuovere azioni sostenibili per l’ambiente, in attesa che la legislazione rivolta al miglioramento ambientale faccia il suo corso, che tutti ci auguriamo sempre più rapido.

Per avere maggiori informazioni sul risparmio di carburante: visita

http://www.erremme.myffi.biz/t-EnvironmentalContributions.aspx

+Turismo