+Turismo

Informazioni

Venezia è Venezia: con le sue gondole e le sue calli rimane spesso nel ricordo di chi l’ha visitata sia per il suo splendore sia, purtroppo, anche per il costo della vacanza. Questa è una guida testata sul campo di soluzioni e locali per visitarla a costi accettabili, utile per pianificare una breve vacanza esplorativa intercettando le cose più belle e interessanti. Arrivare e muoversi Superfluo dire andateci in treno, Venezia è ben servita dall'alta velocità e la macchina è un ingombro inquinante e inutile. Se siete dei gran camminatori affidatevi alle gambe, altrimenti all'ottima rete di vaporetti che coprono ogni angolo della città e che sulle direttive principali si muovono a qualsiasi ora. Verificate gli itinerari che avete intenzione di fare, il servizio abbonamenti offre soluzioni giornaliere e settimanali molto più convenienti del biglietto a corsa singola: se vi fermate più giorni, è una delle prime scelte da fare appena scesi dal treno. Importantissima una buona piantina, ma non quella che vi danno in stazione o nei bar: dotatevi di una carta dettagliata con tutte le calli, o quasi, è indispensabile, anche se una delle più belle esperienze da provare è quella di perdersi lasciandosi guidare dall'istinto e stando lontani dalle rotte turistiche tradizionali.

Lo spritz in San Marco

Nella piazza, due bar (uno dei quali finito recentemente sulla stampa per i conti salati al tavolo) offrono musica classica agli avventori. Come ogni cosa a Venezia costa, e se bevete accompagnati dai violini pagherete il supplemento. Poco lontano all'angolo della piazza, accanto a Palazzo Ducale e con vista sui Leoni di San Marco, c'è Al Todaro, con piccoli tavolini vista mare, e lo spettacolo non è certo meno interessante della musica classica, il prezzo invece sì.

I libri da consultare

Come sempre il primo è la Venezia Guide Routard (Touring Club Italiano) da analizzare e studiare (contiene tutti i cenni storici e informazioni dettagliate su ogni chiesa in cui entrerete), da accompagnare a Venezia insolita e segreta (Feltrinelli). Questa guida è fondamentale per chi non vuole perdersi i segreti nascosti e i luoghi curiosi, vi porterà in zone meno frequentate rispetto alle mete classiche e a scoprire e notare cose che non trovate sulle normali guide.

Che cosa vedere quest’anno?

Alla chiesa di San Barnaba vi è Le Macchine di Leonardo, un percorso attraverso le sue invenzioni e la sua storia. La mostra è composta di circa sessanta modelli con spiegazioni e disegni tratti dai Codici Leonardeschi. Interessante anche il video che racconta la sua storia. Due ore in cui tornerete indietro nel tempo alla scoperta dei progetti del genio Leonardo Da Vinci.

La mappa del nostro itinerario

Turismo Venezia 

Leonardo a Venezia 

Dormire

C'è una vastissima scelta di alberghi, più o meno centrali, tra cui scegliere. È anche possibile trovare B&B e mini appartamenti a costi accettabili: con 80 euro al giorno vi capiterà di soggiornare in alloggi interni sui canali minori, provando l’emozione di aprire la finestra e veder sorgere il sole tra i tetti

Mangiare

Cercate sempre ristoranti con cuochi veneziani e cucina tipica! Nella nostra mappa trovate le schede dei ristoranti migliori di Venezia. Migliori rispetto a un semplice protocollo di sopravvivenza: cuoco veneziano, cucina tipica, pesce e vino squisiti, prezzi accettabili. I ristoranti e i locali che vedete elencati sono testati personalmente una volta l'anno, e posso garantirvi che non mi hanno mai deluso. Ovviamente il pesce è il cavallo di battaglia di Venezia: consiglio sempre di partire dall'antipasto misto (sono vere e proprie opere d'arte), spesso così variegato e abbondante da risultare sufficiente come piatto unico. Il baccalà è diffusissimo, servito in mille modi e composizioni diverse. Ma qua e là ci sono anche osterie di carne ottime, che sono elencate nella mappa.

 

Consigli in Zona

Sei cose da fare a Venezia

1) Fare colazione in una pasticceria veneziana su un qualsiasi canale interno, vedendolo pian piano animarsi e sentendo Venezia che si sveglia e diventa operosa;

2) Andare a Murano, Burano e Torcello, perdendovi nelle calli e nei giardini colorati e profumati;

3) Bere uno spritz al tramonto su un canale interno o su un tetto di un b&b veneziano, osservando le luci e i colori che la città regala;

4) Passeggiare a Rialto all’imbrunire, quando ci sono meno turisti e lo si può ammirare con calma;

5) Attraversare Venezia la sera tardi, quando le vie sono vuote e i negozi chiusi, e tutto si muove più lentamente;

6) Visitare la Basilica dei Frari: grazie proprio alla guida di cui sopra, ho scoperto un posto meraviglioso pieno di opere, sculture, storia e tesori italiani. Ne rimarrete affascinati;

.. ma soprattutto perdersi a Venezia: ogni angolo è affascinate e caratteristico!

 

+Turismo