+Turismo

Informazioni

La Valsugana  è una valle del Trentino sud-orientale, confinante con le province di Vicenza e Belluno. Non la conoscevo ed è stata una piacevole sorpresa. Natura, bagni al lago, arte e piste ciclabili fino a Bassano del Grappa, questo e tanto altro è stato #valsuganabike. 
Un bel viaggio in ottima compagnia degli amici di Life in Tavel  alla scoperta di un pezzo bellissimo della nostra Italia .. rigorosamente in bici.
Il territorio si presta molto.  Qui in Valsugana hai a disposizione alcune fra le più belle piste ciclabili in Trentino e numerosi itinerari per mountain bike: quasi 400 km di percorsi, tutti rintracciabili mediante GPS, di diverse difficoltà. 
Ma non è tutto: gli amanti delle vacanze in bici possono usufruire di numerosi servizi pensati appositamente per loro; dai bike hotel adatti proprio ai turisti su due ruote dove poter noleggiare o "parcheggiare" la propria bici in tutta sicurezza e avere anche una ciclofficina in caso di necessità, ai bicigrill posti lungo la pista ciclabile della Valsugana per il ristoro dei ciclisti, ai punti di riparazione e noleggio bici e attrezzatura, e per finire i trasporti speciali treno + bike nei mesi di luglio e agosto per la tratta Trento – Bassano.

Le vacanze in bicicletta, qui in Valsugana, sono tutte da scoprire. E noi abbiamo fatto 3 giorni riempiendoci gli occhi di paesaggi incantevoli, soffermandoci e fare foto e a gustare ogni angolo particolare che vedevano. Il bello della bici è anche questo. Andare al  proprio passo, osservare tutto da una visuale diversa, più lenta e tranquilla e godere di ogni istante del proprio viaggio. E quando si vede qualcosa di bello ci si ferma e lo si immortala. 
Ammetto che non ero molto allenata ma questo per dimostrarvi che questi percorsi sono adatti a chiunque abbiamo voglia di scoprire in bicicletta questi posti meravigliosi. E ora veniamo alle informazioni pratiche.
Il nostro punto di partenza è stata Levico. Graziosa cittadina sull'acqua di stampo settecentesco, il fiore all’occhiello di Levico sono le terme,  con le sue acque arsenicali-ferruginose uniche in Italia e note a tutta la medicina. Ai piedi della città c'e' il lago, ideale per la pesca, per nuotare e per remare in barca. Alle sue spalle, a quota 1.500 metri, sorge Vetriolo: circondata da abeti è vicino alla sorgente delle acque termali.  
Da qui abbiamo fatto il nostro primo percorso di circa 30 km. Tra girasoli enormi, meleti, campi immensi, natura e tranquillita’ abbiamo ricalcando le orme dell'antica Via Claudia Augusta (seguite i cartelli che trovate regolarmente in giro). 
La Via Claudia Augusta, che collega Donauwörth, in Germania, ad Altino (o ad Ostiglia se si decide di percorrere l'alternativa della ciclabile dell'Adige verso sud) è uno dei percorsi di cicloturismo più pedalati d'Europa. Essa attraversa la Valsugana ricordando ai viaggiatori quanto fosse importante questa via di comunicazione romana. E' una strada imperiale tracciata nel I secolo ac dall’imperatore Claudio allo scopo di mettere in comunicazione i porti adriatici con le pianure danubiane. Il percorso ha segnaletica e bacheche informative. In parte e su piste ciclabili, in altre strade a sfondo naturale o strade secondarie poco trafficate.

Parte del percorso è la ciclabile della Valsugana, pista sicura e percorribile in tutta tranquillità. Altri tratti sono su strada normale o secondarie. Partiti da Levico, la nostra prima tappa è stata Calceranica e la sua miniera, la più grande della valle. Inattiva da ormai 40 anni, la miniera è adagiata sulle rive di un corso d'acqua che forma invitanti piscine naturali, che con questo caldo invogliamo a tuffarsi e rinfrescarsi. Nel periodo estivo è possibile parcheggiare le bici nelle apposite rastrelliere per dedicarsi alla visita guidata del sito minerario.
Ma noi avevamo tante cose da vedere e quindi siamo ripartiti per Pergine Valsugana, il centro più grande dell'intera valle. Qui ci siamo gustati un gelato nel centro cittadino molto carino e animato. Da qui percorrendo un pò di salite è possibile andare al castello che si vede proprio alle sue spalle sopra la collina.
Noi invece ci siamo diretti a questo punto sulla strada del ritorno stanchi e accaldati sognando un bel bagno fresco a Levico!
Il percorso di ritorno è altrettanto suggestivo. Si costeggia il lago in un percorso che regali scorci mozzafiato. Se poi come noi arrivate al tramonto sarà ancora più bello. 
Arrivati a Levico abbiamo lasciato le nostre bici sul prato e ci siamo tuffati! Che sensazione ! :-)

Se volete sul lago si può fare anche un aperitivo al Big Fish. Era pieno di gente quindi immaginiamo siamo una tappa fissa per l’aperitivo in zona!
La prima giornata è terminata. Questo percorso con tappa e bagno a Caldonazzo o a Levico è una carinissima gita in bicicletta adatta a tutti e con panorami incantevoli.

Dormire


Hotel Cristallo Bike Hotel
L’hotel mette a disposizione un sacco di informazioni per muovervi e vere tutto quello che vi serve sapere in zona. Sopratutto se siete biker. 
L’hotel propone saune, idromassaggio, massaggi, noleggio bike , gps, videocamera da casco, zona lavaggio bici, cartine gratuite, e se accendete la tv … vedrete le telecamere che puntano sul garage dove avete lasciato le vostre bici e moto :-)

Le camere sono grandi e confortevoli. E l'albergo è molto carino con grandi sale per colazione e pranzi/cene con terrazza esterna vista piscina. Le colazione sono abbondanti e con tutto quello che desiderate. I piatti erano oltre che presentati bene anche molto buoni e con gusti delicati. Personale gentile e cordiale. 

Consigli in Zona

Noleggio bici
Soggiornando in bike hotel potete portarvi la vostra bici. Se invece volete noleggiarla sul posto noi l’abbiamo presa da Inbike Valsugana. Il noleggio è giornaliero e prevede anche tutto l'occorrente per viaggiare sicuri e propone anche tour guidait,

La cosa comoda è che potete noleggiare la bici a Levico e lasciarla a Bassano del Grappa come abbiamo fatto noi il secondo giorno, o in qualsiasi altro punto dove hanno una loro stazione. Sul sito trovate tutte le informazioni. Sul loro volantino trovate infatti scritto “pedala finchè ne hai voglia, consegna la bici dove vuoi e torna a casa in treno”. Hanno ben 7 punti di noleggio in Valsugana.

+Turismo