+Turismo

Informazioni

La valle, solcata dal fiume Brenta, che nasce proprio qui dai laghi di Levico e Caldonazzo per poi sfociare dopo 175 km nella laguna di Venezia, è sempre stata un’importante via di comunicazione dalle montagne verso il mare, l’Adriatico, la Via Claudia Augusta Altinate, un luogo di passaggio ed incontro tra le genti germaniche e quelle latine che hanno lasciato le loro tracce nella storia, tradizioni e gastronomia. La pista ciclabile della Valsugana che collega il Lago di Caldonazzo con Bassano del Grappa, è un vero e proprio paradiso per tutti gli appassionati delle due ruote a pedali: 80 km lungo i quali si intrecciano cultura, storia e paesaggi naturali davvero unici a cavallo tra Trentino e Veneto. Due regioni legate da un sentiero d’acqua che è diventato un sentiero della cultura al pari dei grandi sentieri europei. Il fiume Brenta e il suo corso rappresentano un itinerario unico caratterizzato da aspetti storico-culturali, nonché artistici e naturali di estremo interesse, attraverso territori ricchi di attrattive.

Le sue acque vi accompagnano lungo un percorso facile, prevalentemente pianeggiante, adatto a tutti per trascorrere piacevoli ore di libertà all’insegna dello sport e del contatto con la natura.

Noi siamo partiti da Levico, il tempo non era dei migliori ma questo non ci ha abbattuto. I paesaggi erano fantastici, solo noi, le bici e la natura intorno a farci da accompagnatori in questo viaggio.

I km scorrono percorrendo questa ciclabile che costeggia il fiume. Ogni tanto si incontra qualche alto ciclista ma il percorso è principalmente pianeggiante e scorrevole. Senza mai annoiarsi ma osservando tutto cià che questo territorio offre arriverete a Bassano senza accorgevene ... o quasi.

La prima tappa la facciamo al Museo degli Spaventapasseri. A Marter, piccola frazione del Comune di Roncegno Terme, c’è un museo del tutto particolare. Un tempo importante mulino per il grano, granoturco ed altri cereali coltivati in Valsugana, “Mulino Angeli”, una volta entrato in disuso, è stato acquisito dall’ amministrazione comunale e sottoposto ad imponenti lavori di restauro conservativo che ne hanno rinverdito l'imponente struttura e la complessità dell'attività molitoria ospitata per secoli.   Il mulino è stato adibito a sede museale. 
Al suo interno è ospitata la mostra permanente sugli spaventapasseri del fotoreporter trentino Flavio Faganello, prematuramente scomparso nel 2005. Si entra in questo museo e si torna un pò bambini. E' bellissimo ed emozionante osservare tutti i vari tipi di spaventapasseri creati.

“Mulino Angeli” è il luogo ideale per realizzare piacevoli gite scolastiche, grazie anche alle numerose attività didattiche e creative che vengono fatte. Prorpio quel giorno noi abbiamo trovato dei bambini che creavano degli spaventapasseri fuori in giardino dietro il museo... e c'erano un sacco di spaventapassare ciclisti anzi "spavantaciclisti" :-)

Il museo è certificato family, oassia dotato di giochi, fasciatoio, riduttore wc e angolo allattamento e il costo di ingresso è di  2 euro.

Proseguiamo poi per la tappa di pranzo fermandoci prima a Borgo Valsugana. Un carinissimo paesino con le case colorate sul fiume Brenta. Solo un momento per godersi un attimo di relax e subito si riparte in direzione Bici Grill Tezze per un pranzo rigenerante. Sapete cosa sono i Bicigrill? Sono dei luoghi di ristoro dove si può mangiare, rigenerarsi, sistemare la bici e ripartire. 

Il Bicigrill di Tezze è composto da una tettoia e da una struttura che oltre ad ospitare il locale bar, garantisce servizi destinati appositamente ai cicloturisti quali il servizio internet, attrezzi per riparazioni, servizi igienici e supporto turistico.

Dopo pranzo il percorso diventa ancora più interessante, in alcune punti si passa su passerelle sospese, sotto le rocce, costeggiando il fiume insieme a chi fa rafting e canoa.

Purtroppo la ciclabile non era ancora completata e l’ultima parte l'abbiamo dovuta fare su strade secondarie. Spero presto che tutto il tratto di ciclabile sia percorribile.

E cosi dopo 70 km arriviamo a Bassano del Grappa. Qui lasciamo le bici al punto di Inbike Valsugana e prendiamo il treno del ritorno. E’ possibile anche tornare in bici. E’ inoltre possibile se non ce la fate fermarsi prima di Bassano e tornare in treno. Sul sito di Inbike Valsugana ci sono indicati i punti in cui è possibile lasciare la bici prima di Bassano.

Appena in tempo prima di un grosso acquazzone torniamo a Levico e ci godiamo la nostra cena al ristorante. 

Attività e servizi
Numerosi sono i punti noleggi e di riparazione dove è possibile appoggiarsi in caso di bisogno, mentre lungo la ciclabile i Bicigrill di Levico Terme e di Tezze fungono da punto di ristoro e informazioni. Da non dimenticare i due servizi di bike sharing: www.valsuganarentbike.it e www.inbikevalsugana.it. 

Treno + Bici
Nei mesi di luglio e agosto tutte le corse ferroviarie dispongono di vagoni attrezzati per il trasporto di 32 biciclette (ulteriori informazioni su www.fsitaliane.it). 

 

Carattestistiche delle ciclabile:

Lunghezza 80 km
Larghezza 3mt

Dislivello non significativano prevalemtente pianeggiante
Tipo di sfondo asflatato 
Stagione: da autunno a primavera
Tempo medio 7 ore
Soste per strada 
Punto di sosta e ristoro nei vari bicigrill sulla strada
Noleggio bici: inbike Valsugana 

Dormire


Hotel Cristallo Bike Hotel
L’hotel mette a disposizione un sacco di informazioni per muovervi e vere tutto quello che vi serve sapere in zona. Sopratutto se siete biker. 
L’hotel propone saune, idromassaggio, massaggi, noleggio bike , gps, videocamera da casco, zona lavaggio bici, cartine gratuite, e se accendete la tv … vedrete le telecamere che puntano sul garage dove avete lasciato le vostre bici e moto :-)

Le camere sono grandi e confortevoli. E l'albergo è molto carino con grandi sale per colazione e pranzi/cene con terrazza esterna vista piscina. Le colazione sono abbondanti e con tutto quello che desiderate. I piatti erano oltre che presentati bene anche molto buoni e con gusti delicati. Personale gentile e cordiale. 

Mangiare

BiciGrill Tezze o quelli che trovate sulla strada

Consigli in Zona

Noleggio bici
Soggiornando in bike hotel potete portarvi la vostra bici. Se invece volete noleggiarla sul posto noi l’abbiamo presa da Inbike Valsugana. Il noleggio è giornaliero e prevede anche tutto l'occorrente per viaggiare sicuri e propone anche tour guidait,

La cosa comoda è che potete noleggiare la bici a Levico e lasciarla a Bassano del Grappa come abbiamo fatto noi, o in qualsiasi altro punto dove hanno una loro stazione. Sul sito trovate tutte le informazioni. Sul loro volantino trovate infatti scritto “pedala finchè ne hai voglia, consegna la bici dove vuoi e torna a casa in treno”. Hanno ben 7 punti di noleggio in Valsugana.

+Turismo