+Turismo

Informazioni

Viaggiando da nord a sud per i migliori borghi d'Italia. Se amate viaggiare e desiderate visitare luoghi affascinanti in cui il tempo si è fermato per sempre, i borghi fanno al caso vostro. 

Nati in tempi antichi, questi piccoli villaggi venivano costruiti dalla popolazione locale che, per erigere case e botteghe, utilizzava grandi pietre naturali del luogo. Spesso i borghi sono arroccati sulle colline ed hanno dimensioni ridotte; alcuni sono sconosciuti dalla maggior parte delle persone, altri sono famosi per i loro prodotti e la loro storia; in un borgo le abitazioni sono realizzate l'una attaccata all'altra e sono presenti piccole piazze e stretti viali.

Ma un borgo non è soltanto un vecchio villaggio caratteristico, anzi: all'interno di questi paesi troviamo delle realtà a sé, ricche di storia, cultura e tradizione. Bisogna cercare di salvare questi "piccoli mondi" dal degrado e dall'indifferenza, creando progetti ed idee sempre nuovi per riuscire a valorizzare questi pezzi di storia italiana.

Un tempo i borghi erano considerati delle vere e proprie "cittadelle"; esistono però altri significati che è possibile attribuire alla parola "borgo": questo termine può anche indicare i centri abitati in cui si svolgevano attività commerciali, mercati e fiere. Al giorno d'oggi, quando si parla dei "borghi" si intende semplicemente indicare piccoli paesini antichi.

I borghi italiani sono molto famosi nel mondo: il loro fascino attira ogni anno milioni di turisti. Eccone alcuni tra quelli più apprezzati situati nella nostra penisola!

In Trentino-Alto Adige c'è un paese di circa ventimila abitanti che venne fondato in epoca medioevale: Brunico. Questo borgo antico è caratterizzato da una grande via principale, la "Stadtgasse", che conserva ancora il gusto medioevale di quando è stata realizzata. Seguendo una piccola salita è possibile arrivare al castello di Brunico: tale edificio risale al periodo medioevale ed è stato restaurato nel 2011; oggi ospita il Messner Mountain Museum che contiene svariate opere riguardanti la comunità montana della zona. La torre del castello sovrasta un arco di grandi dimensioni in stile gotico. Passeggiare per le strade di Brunico equivale quasi a fare un tuffo nel medioevo! Durante il periodo natalizio viene organizzato il mercatino, dove ogni artigiano della zona espone le proprie merci e non mancano piccole botteghe e caratteristici caffè; il tutto è incorniciato dal magnifico paesaggio tipico del Trentino-Alto Adige.

Come è noto, il Veneto è una delle regioni italiane più ricche di storia che, al suo interno, ospita paesini suggestivi e molto antichi. Asolo è una cittadina veneta conosciuta per la produzione di merletti, ed è annoverata fra i borghi più belli dell'Italia. Qui è possibile ripercorrere la storia partendo dal periodo romano, attraversando quello medioevale ed arrivando infine ai giorni nostri. Uno degli edifici più belli della città è senza dubbio il Castello della regina Cornaro: questo edificio potrebbe addirittura risalire al decimo secolo d.C. La proprietà della struttura è stata rivendicata dai veneziani e dai francesi ed in breve tempo si modificarono le sue funzioni, trasformando la ex residenza in una sorta di palazzo della giustizia ed in seguito, anche in teatro. Asolo è stata meta di grandi personalità del passato, come Pietro Bembo, Eleonora Duse e Robert Browning: il suo fascino storico e l'architettura caratteristica, i prodotti locali tipicamente veneti (come il famoso prosecco di Asolo) e le tradizioni culinarie, hanno contribuito a rendere questo bellissimo borgo uno dei più visitati dai turisti.

Il nostro viaggio continua con San Rocco a Pilli, un borgo della Toscana. Situato in località Sovicille, in provincia di Siena, questo paese è stato abitato anche in epoche molto antiche, come quella etrusca e quella romana. Uno degli edifici più interessanti da visitare a San Rocco è la Pieve di San Bartolomeo, un luogo di culto in stile neoclassico risalente al periodo romano: l'unica navata della Chiesa è particolarmente ampia e caratterizzata da elementi barocchi. Camminando lungo Via Grossetana è possibile invece osservare una grande villa realizzata nel quattordicesimo secolo, che oggi è diventata un agriturismo. Quello che stupisce di San Rocco è il paesaggio che lo circonda: immense distese di verde, colline rigogliose e lunghe strade cingono il paese, sembrando quasi una fortificazione naturale.

A Pesaro Urbino, immerso in una grande vallata, sorge la cittadina di Mercatello sul Metauro; anche questo paese ha origini etrusche ed è una vera e propria roccaforte antica: nel medioevo infatti, Mercatello è stata fortificata con una muraglia. La cittadina ospita al suo interno svariati monumenti ed edifici sacri, come la Chiesa di San Francesco in stile prettamente gotico, con la sua Pinacoteca, la quale contiene numerosissime opere sacre dell'età medioevale. Molti sono anche gli edifici civili, ben conservati e dalla struttura imponente, come il Palazzo Gasperini, situato nei pressi di Piazza Garibaldi e costruito nel 1640 e il Palazzo Ducale, la cui costruzione iniziò nel 1474, che è caratterizzato da elementi tipicamente rinascimentali.

Proseguendo questo viaggio verso il Sud dell'Italia, incontriamo Loreto Aprutino, un borgo abruzzese in provincia di Pescara. Anche in questo caso, entrando nelle vie della cittadina è possibile scorgere elementi medioevali e seicenteschi che si alternano fra loro. Loreto è conosciuta grazie all'Abbazia di Santa Maria in Piano, luogo apprezzato soprattutto per le opere artistiche che contiene, come ad esempio i vari affreschi risalenti al quattordicesimo secolo; nel paese sono presenti anche numerosi musei situati in centro storico, i quali trattano essenzialmente temi legati alle tradizioni culturali della zona, come ad esempio, la produzione di maioliche molto preziose esposte nel Museo delle Ceramiche di Castelli ed il Museo dell'Olio, situato all'interno di un oleificio antico.

Concludiamo il nostro percorso andando nel profondo Sud della penisola, più precisamente nella zona della "Grecia Salentina" a Martano, un borgo in provincia di Lecce. La particolarità di Martano risiede tutta nelle sue origini: si ritiene infatti che questo paese possa essere stato romano o greco; esistono molte opinioni contrastanti su tale argomento e questo fatto rende ancora più interessante la storia della cittadina. Nel quindicesimo secolo Ferdinando e Alfonso d'Aragona fecero erigere a Martano il Castello, che da struttura militare si trasformò con il tempo in residenza signorile. Un altro edificio da visitare una volta arrivati in paese è sicuramente il Palazzo Andrichi-Moschettini, realizzato nei primi anni del 1700, costituito da un imponente ingresso ed utilizzato per la vedetta. Ma la storia di Martano inizia in epoche lontane, come testimoniano i Menhir ritrovati nei suoi dintorni. 

L'Italia è uno dei paesi al mondo con più borghi antichi nel suo territorio: ognuno di essi è diverso e tutti hanno tradizioni millenarie. In questi luoghi è possibile fare percorsi di vario genere che coinvolgono arte, architettura, gastronomia e tradizioni locali. Il consiglio che vi diamo è quello di continuare a scoprire i borghi italiani e di immergervi nella loro antica storia, per vivere momenti indimenticabili.

Fonte: Habitissimo

+Turismo