+Turismo

Informazioni

Ci avete seguito per giorni sui nostri canali social e tramite il nostro storify sempre aggiornato. Dopo avervi raccontato Samanà, la seconda parte del nostro viaggia siamo andati a Bayahibe a scoprire un altro parco nazionale, spiagge cristalline e tramonti mozzafiato.

Situata sulla costa Caraibica a sud ovest della Repubblica Dominicana, Bayahibe è sicuramente uno dei villaggi di pescatori più affascinante del paese. Bayahibe è un piccolo gioiello, dove i colori del mare sono incredibilmente blu, blu come la bandiera che conquista da 10 anni di fila. Una spiaggia da sogno in una terra altrettanto da sogno.

Ve ne accorgerete se vi capiterà di svegliarvi all'alba e fare un giro in spiaggia come ho fatto io, durante il giorno quando vi godrete un cocktail in spiaggia dopo un bel bagno, oppure la sera al tramonto. 

Bandiera Blu

Qui si trova anche una delle spiagge più belle del mondo e della Repubblica Dominicana, la spiaggia La Laguna Dominicus, accanto alla quale si estende l’esclusiva zona alberghiera di Bayahibe, si trova nel sud est della Repubblica Dominicana, e può vantare una delle spiagge più belle al mondo. Nonché come ho detto sopra la lunga lingua di sabbia che ha ricevuto per il decimo anno consecutivo la certificazione ambientale Bandiera Blu.

E’ stata la prima Bandiera Blu della Repubblica Dominicana e d’America, issata nel 2004, presso l’hotel balneare Viva Windham Dominicus Palace. Aprendo la strada a 14 Bandiere Blu che attualmente sventolano alte sulle spiagge dominicane.  

La Romana

La Romana non è solo uno scalo internazionale e una cittadina a tutti gli effetti, è anche il nome di una della cinque province della “terra dove nasce il sole” (insieme a San Pedro de Macorìs, Hato Mayor, El Seibo e La Altagracia), sede della Central Romana, industria privata di lavorazione della canna da zucchero. 

Isola di Saona & Piscine Naturali

Un vero a proprio paradiso terrestre. Da Bayahibe partono diverse imbarcazioni che organizzano questa escursione che non dovete assolutamente perdere. Siamo all’interno di una ricca area protetta che forma il Parco Nazionale dell'Est. Qui la storia vuole che insenature, caverne e grotte diedero rifugio sicuro a Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio.

Qui troviamo inoltre il villaggio di Mano Juan, adagiato su una striscia di arenile bianco e rosa con palme e barche in riva a un mare cristallino. A colorare il tutto noterete una serie ordinata di case a tinte pastello molto belle, chiamate bohìo (capanne con tetti di paglia o foglie di palma). Una piccolo gioiello che potete visitare nella vostre escursione. Fa parte del Parco Nazionale dell'Est anche l' Isola Catalina; anche questo è un vero e proprio parco pieno di flora e fauna dominicana in cui si trovano più di 112 specie di uccelli oltre a tartarughe marine, pellicani, delfini.  

L'escursione all'isola di Saona vi porterà a scoprire spiagge selvagge ed incontaminate, esempi perfetti di quello che viene chiamato "paradiso caraibico”. Qui si manifesta in tutto il suo splendore: spiagge di corallo bianco, acqua cristallina e palmeti ovunque.

Prima di arrivare nella spettacolare spiaggia di Canto De La Playa ci si ferma nelle piscine naturali. Chiamate cosi perchè l'acqua è bassissima e trasparente e i fondali sabbiosi. La particolarità di queste "piscine" è data dal fatto che sono anche dei punti di osservazione di stelle marine. Potete fare il bagno e osserverle sul fondo. Ne troverete tantissime. Sarà un'esperienza particolare che difficilmente dimenticherete.  

Una volta terminato il vostro bagno, la barca riprende per la spiaggia la spiaggia più bella dell'Isola. Una spiaggia lunga chilometri di sabbia fina di corallo bianco e acqua cristallina in cui potersi immergere. Noi abbiamo fatto prima un pranzo a base di aragoste in uno dei nuovi ristoranti di Viva.

La bellezza di questo posto non è data solo dalle spiagge ma anche dal resto del paesaggio. Se vi muovete verso l'interno dell'isola, la vegetazione è tantissima, e sembra di essere in una foresta lussureggiante.

E' incantevole questo posto. Ne rimerrete estasiati. E alle 16 sarete pronti per rientrare su un fantastico catamarano per godere il tramonto sul mare in tutte le sue sfumature.

Sigari & Musei 

Se avete voglia di fare due passi e uscire dal resort, appena fuori dal Dominus c'e' una fabbrica di sigari dove una gentile signora (che parla benissimo l'Italiano) vi racconterò un pò di cose della cultura Taina. Potete comprare del Ron e dei sigari; osservare le ragazze come li fanno e visitare il museo che si trova proprio a fianco. Tanti piccoli pezzi della storia taina che il fratello della signora che mi ha accolta ha deciso di tenere e custodire li. E' stata molto interessante farsi spiegare ogni oggetto e la sua storia. E' importante che questi piccoli musei continuino a vivere e raccontare tradizioni e storie di un paese. 

Dormire

A ridosso di questa zona affacciata sul Mar dei Caraibi, sorge il Viva Wyndham Dominicus Palace, che nell’autunno 2015 è stato oggetto di restyling. Sono stati infatti completamente ridisegnati e arredati la lobby e il ristorante principale, aperto per tutti i pasti a buffet. 

La cittadina più vicina è La Romana, a mezz’ora d’auto, mentre il pueblo di Bayahibe dista 4 chilometri. Viva Wyndham Dominicus Palace è avvolto da vegetazione lussureggiante che si apprezza da ogni angolo. A due passi dalla spiaggia - che in dicembre ha ottenuto per l’11° anno consecutivo la Bandiera Blu - dispone di piscina con aree per bambini e per idromassaggio. 

Qui trovate ben 330 sistemazioni.

+Turismo