+Turismo

Informazioni

La Penisola Italiana è ricca di luoghi da esplorare e, spesso, anche i Paesi più conosciuti possono rivelarsi delle piacevoli scoperte, grazie alla presenza di bellissimi monumenti, giardini e piazze di grande valore artistico e storico mai visitati prima.

Una delle mete più scelte dai turisti è proprio Bari, Comune Italiano tra i più popolosi, con una storia importante, data dalla sua posizione strategica di punto intermedio fra Oriente ed Occidente e, soprattutto, dalle antiche tradizioni romane, bizantine e longobarde.

Gli edifici religiosi

Uno degli edifici più belli di tutta Bari è la Cattedrale di San Sabino. Costruita fra il dodicesimo ed il tredicesimo secolo, la Cattedrale è un classico esempio di romanico pugliese, ossia, un filone culturale tipico della Puglia medioevale, grazie al quale il concetto di architettura è stato completamente rivisitato rispetto al passato e il cui protagonista principale è proprio il mosaico.

La costruzione religiosa è stata eretta al di sopra dell’antico edificio bizantino preesistente e si presenta come una struttura semplice, ma imponente. Soggetta a numerosi interventi di ristrutturazione eseguiti nel corso del tempo, oggi, la Cattedrale di San Sabino conserva al suo interno le antiche testimonianze dei secoli passati: è infatti possibile riscoprire il pavimento del duomo bizantino, che corre lungo tutta l’estensione della navata.

Gli elementi che rendono questa realizzazione una delle più belle della città sono sicuramente il rosone centrale, la cripta, al cui interno sono conservati antichi oggetti religiosi e i meravigliosi dipinti e colonnati.

Un altro edificio religioso molto amato a Bari e conosciuto nel resto del Paese è la Basilica di San Nicola. Due sono i motivi principali che spingono i turisti di tutto il Mondo a visitare questo edificio: il valore storico ed architettonico della struttura e quello religioso. All’interno della Basilica sono, infatti, custodite le reliquie di San Nicola, conservate nei secoli passati nella Cattedrale di Myra e, dopo la sua caduta, contese tra Bari e Venezia.

Oltre al corpo centrale, la Basilica è composta da una cripta sotterranea realizzata con materiali molto pregiati, tra i quali, svariate tipologie di marmo. La cripta ospita al suo interno la tomba dell’Abate Elia, vari manufatti ed opere d’arte di grande valore, come ad esempio, i capitelli bizantini e le sei “lunette di San Nicola”, dipinte sulle pareti.

 

L’architettura civile

Non sono soltanto gli edifici religiosi a rendere Bari una città frequentata ed apprezzata. Anche l’architettura cittadina è molto importante e rende unica questa storica città. Piazza del Ferrarese, è forse uno degli ambienti più conosciuti di tutta Bari. In passato, luogo testimone di vita popolare, nel presente, meta preferita di giovani e visitatori, oggi, la piazza, dopo aver subito moltissimi interventi di riqualificazione urbanistica, è una zona frequentata dai giovani e punto d'attrazione turistica sia per la sua importanza storica, che per le manifestazioni ed eventi che vi si organizzano.

Piazza Mercantile è ormai un luogo frequentato maggiormente da giovani, che partecipano numerosi agli eventi ivi organizzati, soprattutto durante i mesi estivi. Un tempo, questa piazza era considerata il centro politico e commerciale di Bari e al suo interno si svolgevano scambi di merci ed importanti incontri. Nel cuore di Piazza Mercantile è situato il Palazzo del Sedile, detto anche Sedile dei Nobili, un’antica costruzione monumentale di cui si ricorda, soprattutto, la torre dell’orologio. 

Non possiamo tralasciare l’importanza del lungomare realizzato nel 1927 e che collega tutta la città da nord a sud. Una delle zone più caratteristiche del litorale barese è sicuramente Lungomare Augusto Imperatore, da cui è possibile osservare gran parte della città antica che si affaccia sul mare. La nascita del lungomare è strettamente collegata ai progetti degli anni ‘30, che hanno consentito la costruzione del porto ed il suo sviluppo. L’intento dei progettisti di quegli anni era, infatti, quello di fortificare la città, realizzando un molo foraneo, in modo da difendere in maniera più efficiente il porto.

A Bari anche l’architettura legata allo sport è divenuta importante, grazie alla realizzazione dello stadio di San Nicola, ad opera di Renzo Piano. Lo stadio, costruito in occasione dei Mondiali di calcio del 1990, può ospitare fino a 58mila persone circa. A causa della sua particolare forma ellittica e per l’estetica moderna, la struttura viene denominata dal suo stesso creatore, “Astronave”. Nel corso di questi ultimi anni, lo stadio ha subito svariati interventi di ristrutturazione, tra cui, verifiche strutturali e controlli sugli impianti.

 

Bari fortificata

Immergendosi nell’architettura storica di Bari è doveroso parlare del Castello Svevo, un’imponente struttura di origine normanna, cui restaurazione è protagonista Federico II. Tra il 1500 ed il 1550, il castello fu fortificato e reso, oltre che una nobile dimora, struttura strategica e difensiva. Oggi, all’interno del castello è ospitata la sede della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Bari e dintorni.

Infine, non si può trascurare il grande valore architettonico del Fortino Sant’Antonio Abate, commissionato da Roberto il Guiscardo nel 1071 d.C ed oggi utilizzato come luogo dove discutere delle iniziative pubbliche del Paese. Parte delle quattro fortificazioni integrate all’interno dell’antica cinta muraria della città, la costruzione è composta da elementi medioevali e novecenteschi ed è stata ricostruita ex novo nel XV secolo.

 

Bari teatrale

Di grande importanza storica ed architettonica è anche il Teatro Margherita, la cui struttura è stata realizzata in cemento armato ed è posizionata su palafitte nel mare. La struttura, progettata da Francesco De Giglio, comprende oggi una sala cinematografica e al suo interno si svolgono manifestazioni e mostre d’arte contemporanea. 

Teatro Petruzzelli è tristemente famoso per il rogo del 1991, il quale ha causato gravissimi danni alla struttura stessa, che, fortunatamente, è stata ripristinata ed ha riacquistato il suo antico splendore. La grande sala interna riccamente decorata, la cupola e gli stucchi sono soltanto alcuni degli elementi che rendono Teatro Petruzzelli una vera e propria meta d’interesse, a livello architettonico, culturale e storico.

Fonte: Habitissimo

+Turismo