+Turismo

Informazioni

Un tour panoramico nelle Langhe, immersi in un mondo di armonia e lembi di natura incontaminata, percorrendo strade e sentieri collinari tra la nobiltà di castelli e vigneti, borghi e città di charme. 

Cominciamo il nostro tour con la visita al Castello di Grinzane Cavour, imponente fortezza dove visse lo statista nonché primo ministro Camillo Benso Conte di Cavour. Elegante, con il profilo degno di una stampa dell’Ottocento è questo castello che domina uno dei paesaggi più pittoreschi della Langa. Costruito intorno alla torre centrale, ospita dal 1967 l’Enoteca Regionale Piemontese “Cavour”, una prestigiosa vetrina dei più selezionati vini e grappe piemontesi. Poco distanti dalla vigna del conte Benso di Cavour, ci sono i filari di Diano d’Alba, specializzata nella produzione del Dolcetto d'Alba, un vino giovane e armonioso, di colore rosso rubino, dal sapore asciutto, fruttato, gradevolmente mandorlato. Altra tappa fondamentale è Serralunga d’Alba, dove si trova la tenuta che fu del Re d’Italia Vittorio Emanuele II; qui potrete ammirare le antiche cantine per l’affinamento dei vini rossi nobili.

Addentrandosi nel cuore delle langhe si giunge a Barolo. “Tre nasi son quel che ci vuole per bere il Barolo”, scriveva Pavese ne “Il compagno”. In questo borgo, dove paese e vino sono una sola cosa, non può mancare la vista al Castello, sede del WiMu (Museo del Vino) e dell’Enoteca Regionale del Barolo dove si può sorseggiare in tutto relax un buon bicchiere di Barolo. Si prosegue per Verduno, località che vanta uno dei belvederi più spettacolari della Langa. Qui oltre al Barolo si produce anche il Pelaverga, un rosso profumato esclusivo di questa zona. Qui si trovano la Chiesa dell'Assunta, con facciata tardo barocca e il castello medioevale, costruito in posizione dominante sulla valle del Tanaro. Poco distante, a Novello, troviamo un castello neogotico splendidamente ristrutturato da cui si può godere una splendida vista sulle Langhe e sulla valle del Tanaro.

Sempre in zona si trova La Morra. La piazzetta del paese ospita il monumento al Vignaiolo d’Italia e, poco più in là non si può mancare la Cantina Comunale, inaugurata nel 1973 dai vitivinicoltori di La Morra. In frazione Annunziata, invece, è possibile visitare il complesso romanico-barocco dell'ex convento benedettino, ora chiesa dell'Annunziata e, nelle sue cantine ha sede il Museo Ratti dei Vini d'Alba. Infine tra i borghi che meritano di essere scoperti troviamo Monforte d’Alba che grazie alla sua posizione elevata permette di ammirare lo splendido panorama delle colline langarole. E’ legata alla storia della Resistenza piemontese Monforte d’Alba, dove il parroco Dallorto si consegnò ai repubblichini perché il paese non venisse bruciato. Sono queste le colline in cui Giorgio Bocca fa il partigiano accanto ai comandanti Dante Livio Bianco, Ettore Rosa, Faustino Dalmazzo.

Per maggiori informazioni su questo itinerario non esitate a contattarci

Itinera Servizi Turistici 

www.piemonteitinera.net
0173 363480
itinera@piemonteitinera.net

+Turismo