+Turismo

Informazioni

La città di Bra, situata tra le colline del Roero e nota a livello internazionale per essere la patria di Slow Food, offre interessanti spunti al viaggiatore, non solo per via delle eccellenze enogastronomiche braidesi ma anche per la ricca storia di cui conserva numerose testimonianze. 

Bra, città sorta intorno all’anno Mille, conserva monumenti dell’epoca medioevale e molti dell’età barocca. A Palazzo Traversa si trova il Museo civico di Archeologia Storia e Arte della città. Qui sarà possibile focalizzare, attraverso le ricche testimonianze che conserva ed espone, la vita in epoca imperiale nella zona pollentina e il passaggio all’epoca medievale. Oltre a reperti che documentano la quotidianità dell’antico insediamento di Pollentia, quali ceramiche e oggetti d’uso provenienti dalle necropoli, troviamo frammenti di monumenti e opere di spicco come l’ara del sacerdote Castricius Saturninus e le epigrafi del “merkator vinarius” e del “purpurarius”, che aiutano a ricostruire le attività di cui viveva l’antico centro visitato in mattinata. Il medioevo è documentato dalla fase paleocristiana, con il corredo funerario della “Dama di Pollenzo” donna di origini germaniche, probabilmente moglie di un capo militare di guarnigione a Pollenzo nel V secolo, e frammenti scultorei da monumenti altomedievali della zona ormai perduti, esistenti nei piccoli borghi che si formarono al declino dell’impero.

Al Museo Civico Craveri di Storia Naturale si trovano le collezioni naturalistiche raccolte a partire dalla prima metà dell’Ottocento ad opera dei braidesi Angelo, Federico ed Ettore Craveri che sono oggi organizzate per la visita in sale dedicate alle scienze della terra e alla fauna (di rilevanza particolare la sezione ornitologica). Il Museo dispone dal 1859 di una stazione meteorologica e svolge un’intensa attività didattica sui temi dell’ecologia.

Altro museo di spicco della città e che consigliamo per le famiglie è il Museo del giocattolo. Il museo nasce grazie all’antiquario braidese Michele Chiesa che concesse alla fruizione del pubblico la sua ricca raccolta di giocattoli d’epoca. La collezione di questo museo è una raccolta estremamente importante per quantità e qualità di pezzi: più di mille, dalla fine del ‘700 agli anni ’70 del ‘900, alcuni dei quali unici. La raccolta comprende sia prodotti industriali che giocattoli artigianali, frutto di produzione popolare con caratteristiche peculiari per la storia del gioco. Il percorso di visita si snoda in un’emozionante sequenza di bambole da collezione e trenini meccanici, giocattoli educativi e antiche automobili a pedali, modellini e teatrini per le marionette, è inoltre presente una collezione di fumetti italiani e stranieri;

La più nota frazione di Bra, Pollenzo, dove ha sede l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e la Banca del Vino, fu un’importantissima cittadina romana intorno al I sec. d. C. Di questo periodo si conservano numerosi cimeli poichè sono ancora leggibili i principali monumenti di epoca romana edificati a partire dall’epoca augustea. Nel cuore del borgo si può facilmente intuire come il perimetro ellittico disegnato dalle case ricalchi la cavea dell’antico anfiteatro. Fondazioni di edifici templari e basilicali sono state oggetto di scavo e, visibili nella zona antistante la tenuta reale, dimostrano la rilevanza che ebbe Pollentia dall’ età augustea. La città prosperò fino al V secolo circa, quando la zona fu il cruento campo di battaglia per le truppe romane di Stilicone contro i Visigoti di Alarico. Sempre Pollenzo, nel 1800, fu prestigiosa residenza sabauda. Il piccolo centro ha assunto l’attuale conformazione a seguito degli interventi ottocenteschi di Carlo Alberto e di questo periodo conserva piazza, castello e chiesa in stile neogotico, uno splendido complesso entrato nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

 

Per maggiori informazioni sulla città di Bra o sull'itinerario proposto non esitate a contattarci

Itinera Servizi Turistici 

www.piemonteitinera.net
0173 363480
itinera@piemonteitinera.net

Mangiare

Le eccellenze gastronomiche di Bra sono ormai note in tutto il mondo anche grazie all'associazione internazionale Slow Food. Tra i principali prodotti tipici vi consigliamo di provare la celebre salsiccia di Bra, insaccato di vitello da gustare crudo e  il formaggio Bra Dop accompagnati dal pane di Bra, dal caratteristico profumo e preparato con lievito naturale .

+Turismo