+Turismo

Informazioni

La nostra giornata pedalando sul "Serio", alla scoperta della ciclabile della Val Seriana.

Partendo dal Barcicletta ad Alzano Lombardo è possibile iniziare il percorso alla scoperta della ciclabile delle Val Seriana. Un itinerario molto battuto tra gli abitanti della valle e da chi come noi che arriva da Milano e vuole fare una giornata diversa alla scoperta di queste valli. Si presta infatti a facili escursioni di giornata. Lo sviluppo è quasi interamente pianeggiante, eccezion fatta per gli ultimi cinque chilometri, da Ponte Selva a Clusone, dove la strada sale in modo piuttosto regolare con una pendenza del 3%. Sulla strada trovate diverse aree e zone pic-nic.

La Ciclabile

Un percorso molto tranquillo e facile che costeggia il Fiume Serio. Nella prima metà del percorso il fiume è quasi sempre sulla vostra destra. Più avanti, invece, il fiume si attraversa a più riprese, su passerelle o antichi ponti, abbandonati perché troppo stretti per le auto, ma perfetti per il passaggio delle biciclette. Nei primi 10 km la pista è molto curata e tutta illuminata, il che permette di percorrerla anche con il buio.  Dopo aver superato Nembro si pedala per circa 7 chilometri prima di raggiungere Cene che offre un bel parco pubblico, con tanto di fontanella.

Qui è possibile fermarsi e rifocillarsi al Bike Grill di Cene che si trova proprio sulla pista ciclabile. Il luogo ideale per una sosta, soprattutto durante l’estate. Dopo Gazzaniga la direzione da seguire torna a essere intuitiva e ci si può godere il tratto tranquillo e ombreggiato che porta fin quasi a Ponte Nossa, piccolo centro che prende il nome dal torrente che lo attraversa: la Nossana. Le vecchie case a ridosso di questo corso d’acqua sono incantevoli e faranno la felicità di molti fotografi. L’attrazione di Ponte Selva, che si trova un chilometro più avanti, è la stazione ferroviaria recuperata da cui comincia la salita finale verso Clusone.

Noi l'abbiamo percorsa tutta in occasione dell'evento Pedalando sul Serio. Evento che ha avuto come partner il turismo della Val Seriana e  Eguidexperience. In occasione del passaggio del 100° Giro d'Italia nella provincia di Bergamo, si è infatti svolta una pedalata lungo la ciclabile della Val Seriana da Alzano Lombardo a Onore. E noi c'eravamo per raccontarvi la giornata e questa splendida ciclabile. Il fiume, il "suono" dell'acqua al vostro fianco, panorami incantevoli e vegetazione rigogliosa. Da Alzano si arriva a Nembro, Pradalunga e quindi Albino. 

Il percorso è molto particolare perchè attraversa diversi edifici di archeologia industriale che si affacciano appunto sul fiume Serio. Ce ne sono diversi e tra i più importanti abbiamo le vecchie cartiere Pigna oltrepassate all'altezza di Alzano.
Si passa quindi per Gazzaniga e Vertova. Qui oltre Vertova, il Serio regala degli angoli di panorama incantevoli. Acque cristalline e piscine naturali che invogliano ad un tuffo, soprattutto dopo una bella pedalata come quella che stavamo facendo noi. Angoli silenziosi e tranquilli regalano suggestione a questo percorso. E mentre ci avviciniamo a Ponte Nossa, le Orobie si fanno sempre più vicine cambiando i colori e l'immagine del paesaggio. A Ponte Nossa si passa sull'asfalto e inizia una piccola salita per poi trovarsi nell'ampio altopiano verdeggiante. 

E si arriva infine a Clusone! La nostra tappa finale dopo 31 km di pedalata

Clusone

Il centro storico è un labirinto di viuzze ciottolate che vi condurranno verso la Basilica di Santa Maria Assunta. Visitate la Basilica e poi affacciatevi sulla terrazza antistante alla chiesa: il panorama è mozzafiato!

Altra tappa che non potete non notare è il palazzo comunale con il suo orologio. Il tempo scandito dall’affascinante Orologio Astronomico Fanzago. Uno splendido orologio che, oltre a segnare l'ora, indica i movimenti degli astri, inclusa la luna, il segno zodiacale, il mese dell'anno e molto altro ancora

"Alcuni a fatica credono che le stelle si muovano per oscura ragione: il Fanzago lo prova con le sue mani e il suo intelletto", con queste parole Pietro Fanzago nel 1583 riassume il suoi intenti scientifici che lo hanno portato a progettare e costruire quell’orologio planetario che da ormai cinque secoli scandisce ininterrottamente il fluire del tempo clusonese. L’unione di orologeria, calcolo matematico, fisica, astronomia condensati in un unico gioiello rinascimentale, posto all’interno della torre dell’Orologio, adiacente al Palazzo Comunale. Orientamento cardinale, minuti, ore, giorni, mesi, fasi lunari ed oroscopo, nulla è lasciato al caso ma tutto misurato e funzionante in virtù delle leggi matematiche. Una vera opera d'intelletto: affascinante!

Prodotti tipici: i bertù di San Lorenzo

In occasione dell'evento a cui abbiamo partecipato abbiamo fatto tappa all' Hotel Garden a Fino del Monte e abbiamo assistito alla preparazione dei bertù, un piatto tipico antico riscoperto di recente. Lo conoscete? Il mastro del pastificio Tradizioni e Delizie ha preparato degli ottimi bertù di San Lorenzo raccontandoci la loro storia. Recuperata con il tempo in anni di lavoro con l'aiuto degli anziani del paese. Grazie a loro si è "ricostruito" il gusto unico che aveva quell'impasto realizzato con un mix di farine integrali. Preparati con un ripieno di insaccati e poi serviti con burro, salvia e pancetta!

Una bontà e uno dei prodotti tipici della valle da assaggiare assolutamente!

La mappa della ciclabile

+Turismo