+Turismo

Informazioni

Un weekend che punta l’attenzione sulle peculiarità enogastronomiche dell’Oltrepò Pavese: il vino e i salumi. Da non perdere un focus naturalistico sul territorio con l’osservazione della volta celeste e una prova di tiro con l’arco per diventare dei veri e propri Robin Hood.

Arrivo previsto venerdì nel pomeriggio, cena e pernottamento.

Sabato mattina: degustazione di salumi tradizionali accompagnati dal pane di Montesegale presso il laboratorio “Magrotti” dove, da oltre quarant’anni, si offre il gusto di una tradizione speciale e unica. Una delle eccellenze del territorio è sicuramente il Salame di Varzi D.O.P., le cui origini vanno fatte risalire all’epoca barbarica e romana quando c’era l’esigenza di conservare a lungo la carne da utilizzare come riserva alimentare da consumarsi durante l’intero anno o come provvista da usarsi nei lunghi trasferimenti. Ciascuna fase del processo produttivo si svolge esclusivamente in azienda, grazie alla presenza degli strumenti indispensabili per concentrare in un salume sapori e saperi del territorio. L’affinamento dei salami e delle numerose specialità prodotte avviene in cantine attentamente predisposte, a temperatura e umidità controllate, al mantenimento delle caratteristiche ricercate in passato per la stagionatura dei nostri migliori salumi. A seguire pranzo libero.

Nel pomeriggio si tornano a vivere i fasti medievali di queste terre con una lezione di tiro con l’arco accompagnati da istruttori nazionali. Cena in ristorante a base di prodotti locali e a seguire visita ad una peculiarità dell’Oltrepò Pavese: l’Osservatorio astronomico di Ca del Monte. Spettacolo al planetario e osservazione della volta celeste ai telescopi sono un’occasione unica per trascorrere una serata immersi nella natura e a contatto con il cielo in un suggestivo viaggio alla scoperta di stelle, pianeti e costellazioni, accompagnati dalle spiegazioni di esperti astronomi. Al termine dell’attività pernottamento.

Domenica mattina: trasferimento a Codevilla presso la tenuta Montelio. Antica sede della grangia di un monastero, già nella seconda metà del 1200 vi si coltivava la vite, come si legge nei contratti di affitto dell’epoca. Nel 1802 Angelo Domenico Mazza acquistò i primi terreni che, nel 1848, diedero inizio all’attuale azienda. Il nome Montelio sta a significare “monte del sole”, in greco Helios, a testimonianza dell’amenità della collina e della felice esposizione dei vigneti. Visita al vigneto, alla cantina di produzione e alla cantina storica seguita da una degustazione di vini accompagnata da salumi e formaggi locali. Al termine dell’attività pranzo libero e fine dei servizi.

Dormire

Gli alloggi nei dintorni di Montesegale, sono visibili a questo link

Mangiare

I ristoranti tipici di Montesegale e dintorni, sono consultabili a questo link

+Turismo