+Turismo

Informazioni

Quanti di voi sono appassionati di viaggi e design? Avete mai pensato di coniugare entrambe le cose in un fantastico viaggio alla scoperta dell’architettura estera? Se non lo avete ancora fatto, ecco una bellissima idea: acquistate un biglietto aereo per Budapest ed immergetevi nella bellezza dei suoi luoghi. Non vorrete più tornare a casa!

Il quartiere di Buda

Uno dei primi luoghi da visitare a Budapest è proprio il quartiere di Buda, caratterizzato da edifici e complessi molto antichi, che sono oggi considerati patrimonio dell’Unesco. Fortezze e sotterranei, edifici storici e religiosi… insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti! Per arrivare a Buda è possibile attraversare la grande scalinata Reale o prendere la funicolare, chiamata Siklò, che venne realizzata nel 1870. Una volta entrati nel quartiere potrete visitare il Palazzo Reale, la città Vecchia, le varie chiese, tra cui quella di Maria Maddalena e quella di Mattia Corvino, situata nella piazza più importante del quartiere.

La Galleria Nazionale Ungherese 

A Buda sono presenti numerosi musei e quello più visitato è senza dubbio la Galleria Nazionale Ungherese. Il museo, che ospita più di 100.000 opere e reperti, principalmente medioevali (ed anche tardo-gotici, situati nel salone del Trono) è situato nel Castello di Buda ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00.

Il Bastione dei Pescatori

Il Bastione dei Pescatori sorge su quelle che un tempo erano le mura di cinta del quartiere di Buda ed è un complesso appartenente all’epoca tardo-gotica, formato da vari edifici, sette torri, monumenti e scalinate. Si affaccia sul Danubio ed è stato realizzato tra il 1895 ed il 1902. Le torri sono la rappresentazione del dominio della popolazione ungherese sulla terra conquistata, divenuta in seguito Regno d’Ungheria ed il monumento principale è la statua equestre di Santo Stefano, il primo re ungherese.

I Bagni Gellért

Le terme Gellért sono forse quelle più apprezzate di tutta Budapest, sia per la qualità delle loro acque, sia per la bellezza dell’edificio in stile Art Noveau che le ospita. Realizzati tra il 1912 ed il 1918, sono parte di un complesso che racchiude anche un albergo e, all’interno del quale è possibile trovare anche piscine idromassaggio e aree dedicate ai trattamenti di bellezza, come i fanghi ed i massaggi.

Il Ponte delle Catene

Realizzato tra il 1839 ed il 1849, il Ponte delle Catene è una maestosa struttura in pietra e ferro battuto di 375 metri che collega Buda a Pest, ed è considerato uno dei simboli del paese, poiché ha consentito l’unione in epoca antica, delle due città, conferendo loro ulteriore forza. Dopo la seconda guerra mondiale, nel 1949 avendo subito danni anche piuttosto gravi, venne ricostruito.

Fonte: habitissimo

+Turismo