+Turismo

Informazioni

Il centro storico di Agropoli sorge su un promontorio che domina l’intera città nuova: tra le tortuose vie è possibile ammirare un panorama mozzafiato e visitare il castello. Il mare è uno spettacolo ed è possibile fare shopping per le vie più commerciali, in particolare nei negozietti del corso Garibaldi, la strada che si dirige verso il centro storico. Numerose le manifestazioni e le serate che movimentano la permanenza in questa ridente cittadina costiera.

 

Luoghi da visitare

Il borgo antico: salendo le scale che dal corso Garibaldi conducono all’antica porta Greco-Bizantina si entra nel suggestivo centro storico della città di Agropoli, circondato da mura medievali.

L’antiquarium comunale contenente numerosi reperti recuperati dal “Gruppo Archeologico Agropoli”, i più antichi materiali risalgono all’ XI – X sec. a. C. e sono pertinenti ad un villaggio della tarda età del Bronzo. Seguono reperti di VII-VI sec. a.C. relativi alla frequentazione greca del promontorio, contemporanea alla fondazione di Poseidonia, ed alla presenza di un tempio dedicato ad Artemide, e collegato al racconto mitico del viaggio di Ercole nel sud dopo aver ripreso i buoi a Gerione, o a Poseidon, divinità protettrice dei naviganti.

Il Castello angioino-aragonese nella parte alta del borgo antico di Agropoli in buono stato di conservazione, il cui primo impianto è di fattura bizantina risalente al secolo VI d.C.

La Chiesa dei SS. Pietro e Paolo nel borgo antico di Agropoli, edificata nel XVIII sec. ma su fabbrica paleocristiana.

La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli nel borgo antico di Agropoli risalente al XVIII sec., la tradizione la dice costruita dopo il rinvenimento in mare della statua della Madonna che gli infedeli, al tempo delle scorrerie turche della metà del Cinquecento, avevano cercato inutilmente di portar via.

Il Convento di S. Francesco sul promontorio omonimo quasi a picco sul mare di Punta Tresino.

Le Torri costiere di S. Marco, S. Francesco e Tresino. La torre S. Marco del XIII sec. è stata rifatta nel XVI sec. ed oggi interamente ristrutturata e adibita ad abitazione; quella costiera di S. Francesco (1567), adibita a civile abitazione nella parte superiore, ben conservata nella struttura antica quella inferiore; torre Tresino edificata nel 1277 nei pressi di punta Tresino. .

Agropoli in festa: eventi, sagre, mostre e concerti

Carnevale Agropolese – (Febbraio). Tradizionale sfilata dei carri allegorici e attrazioni per grandi e piccini.

Festività dei SS. Pietro e Paolo patroni della città di Agropoli – (29 Giugno). In occasione della festa le statue dei due Santi vengono condotte fuori dalla Chiesa madre e portate in processione dapprima per le strade del Borgo antico e, di qui, oltrepassata la monumentale porta del centro storico, giù per gli “scaloni” e le vie che scendono alla Marina, fino al porto, dove la festa si conclude attorno alla mezzanotte con l’immancabile spettacolo di fuochi pirotecnici. Accanto alla festa religiosa è poi quella civile: nei giorni 28 e 29 in Piazza della Repubblica si tiene la Fiera di SS. Pietro e Paolo.

Festività della Madonna di Costantinopoli – (24 Luglio), considerata la protettrice dei pescatori. Durante la festa la statua della Madonna viene portata in Solenne Processione per le vie del paese e imbarcata al molo grande del porto di Agropoli. La processione sarà accompagnata dal Concerto Bandistico e da festeggiamenti civili: concerti, bancarelle e fuochi artificiali.

Assalto dei Turchi: rappresentazione teatrale – (Luglio). La manifestazione vuole rievocare un fatto storico di grande valore: lo sbarco dei Tirchi all’alba del 29 Giugno 1630.

Festività della Madonna delle Grazie – (11 Agosto). Il culto in onore della Vergine ha origini antichissime e risale al ‘500. Messa, processione e festeggiamenti civili con fuochi di mezzanotte.

Manifestazioni canore e teatrali, mostre di pittura, sfilate di moda – (Agosto)

Théatron: festival che riunisce artisti di teatro provenienti da tutto il mondo – (in estate)

Il presepe vivente nel borgo medioevale di Agropoli – (dal 25 Dicembre al 6 Gennaio). Lungo il percorso, che attraversa i vicoli più suggestivi del centro medievale, è possibile ammirare e conoscere gli antichi mestieri, scoprire i mercatini e le locande, degustare prodotti tipici della tradizione natalizia locale. Il percorso si conclude nel Castello Angioino Aragonese dove sarà rappresentata, nella Sala dei Francesi, la corte di Erode.

Dormire

L’azienda agrituristica “Il Falco del Cilento”, immersa nel verde della collina e attrezzata con piscina, è sita ai confini del Parco del Cilento. L’agriturismo si colloca sullo sfondo di uno splendido paesaggio che gode della visuale su tutto il Golfo di Salerno, in una posizione agevole per visitare sia la Costa Cilentana che quella Amalfitana.

La struttura, che si estende su una superficie di 20 ettari coltivati ad uliveti, vigneti ed orto familiare, dista dal mare solo 4 km. La clientela può immergersi in un’atmosfera di assoluto relax nella piscina dello stabile e dedicarsi ad escursioni in bicicletta o a piedi lungo i sentieri di collina o le favolose spiagge costiere.

L’agriturismo è composto da tre fabbricati ristrutturati. Le camere da letto sono tutte complete di servizi privati e diTV. Nell’ambiente familiare e cordiale del Falco del Cilento potrete degustare una cucina originale, fatta di sapori antichi e naturali e preparata con i prodotti delle nostre coltivazioni e con le carni provenienti dai nostri allevamenti. La cantina accoglie una selezionata varietà di vini locali.

Mangiare

Il ristorante è aperto tutti i giorni a pranzo e a cena, si consiglia la prenotazione.

Il ristorante dell’agriturismo propone piatti del territorio cilentano accompagnati da ottimi vini locali. Nella cucina si ritrova il profumo ed i sapori della nostra terra. Il miele, l’olio e tutti gli altri prodotti di nostra produzione trovano il loro giusto spazio a tavola.

Gli animali da cortile, i maiali e i capretti, da sempre allevati per passione nella nostra casa di campagna, crescono all’aria aperta e sono nutriti con orzo grano e mais, servono per i sughi, le grigliate e gli arrosti.

Tutta la pasta è fatta rigorosamente a mano, così anche i dolci.

Il sabato sera è anche pizzeria cotte nel forno a legna.

+Turismo