+Turismo

Informazioni

Riconosciuti dall’Unesco patrimonio dell’umanità, i Sassi di Matera rappresentano un insediamento urbano unico al mondo nell’aspro territorio murgico.

Matera sorge su un altopiano calcareo con un solco centrale, un vero e proprio canyon di 70-80 metri, attraversato dal fiume Gravina. Lo noterete proprio muovendovi intorno a Matera mentre visitate la città. Matera è diventata Patrimonio mondiale Unesco dal 1993, i suoi abitanti hanno vissuto in queste abitazioni fatte di sassi fino agli anni ’50. Lo Stato italiano infatti li obbligò a trasferirsi costruendo per loro nuove case. A Matera ci sono più di 150 chiese rupestri e 30.000 persone hanno vissuto hei sassi di Matera  fino al 1968. Ed è la terza città più antica al mondo. Per foeruna nel 1986 sono state realizzate imponenti opere di restauro e risanamento e gli abitanti cacciati, sono potuti tornare a ripopolare questa zona. 

La zona ora è un piccolo gioiellino, anzi un piccolo presepe. Stupendo di giorno ma altrettanto incantato di sera. E qui proprio si svolge li più grande presepe vivente al mondo. Dal punto più panoramico dove ci siamo fermati a fare le foto abbiamo visto passare anche dei cavalli. La guida ci ha raccontato che è possibile fare percorsi sia di trekking (abbastanza impegnativi), sia a cavallo. La prossima volta vogliamo provare!

Ma veniamo al nostro itinerario, cosa vedere a Matera.

Palombaro

Il palombaro di Matera  è una cisterna che si trova sotto Piazza Vittorio Veneto. A Matera si trovavano oltre 1.000 cisterne di acqua; usate appunto per raccogliere l’acqua piovana. E questa è la citerna più grande di Matera ed è stata scavata a mano dall’uomo nella pietra (tufo) in diverse fasi.

Oggi è possibile camminare su delle passerelle e osservare quando era imponente questa cisterna. La sua capacità è di 5 milioni di litri di acqua e le sue pareti sono rivestite di uno speciale intonato che le rende impermeabili. Fino al 1991 questa cisterna era piena d’acqua e faceva parte del sistema idrico realizzato nella prima metà dell'Ottocento per provvedere ai bisogni della comunità. Esisteva un'intera rete di canali che portavano acqua e la cisterna era un punto per l'approvvigionamento dell'acqua per le famiglie.

Sassi in Miniatura

La grande miniatura dei sassi di Matera,  12mq per 35 quintali. Passate a vederla è stupenda! Opera ideale per scoprire la città dei sassi in una miniatura unica al mondo. I Sassi in Miniatura sono nati dall'opera abile delle mani di Eustachio Rizzi e sono stati costruiti interamente in tufo nel maggio del 1996 lavorando costantemente per tre lunghi anni. Oggi tutti i turisti di passaggio a Matera hanno la possibilità di ammirare quest'opera in tutta la sua bellezza e in tutto il suo fascino. Vicoli, anfratti, camini e bugnati, l'artista è riuscito a ricreare in modo perfetto e magcio l'atmosfera tipica dei sassi di Matera. 
Si trova nel cuore del Sasso Barisano.

Casa Grotta

Non dovete perdervi la visita a Casa Grotta antica abitazione tipicamente arredata a Matera nei pressi del Sasso Cavenoso ,in vico Solitario.

Qui sono gli oggetti che parlano. Osservate ogni minimo dettaglio, ogni oggetto, ogni particolare vi parlerà della storia di questa casa e della vita delle persone che vi hanno vissuto. Mobili, oggetti, attrezzi autentici; tutto racchiude una storia, la vera storia di questa terra e della famiglia che ci ha vissuto.

Il mago della cartapesta

Siamo stati in visita ad una bottega di artigianato tipico, artistico e tradizionale del maestro artigiano Mario Daddiego. Nella sua sua bottega caratteristice produce le sue opere originali e particolari: presepi realizzati in cartapesta; fini ceramiche, fischietti, graziose pupe e giocondi cuccù. In questa bottega si unisce la tradizione con arte e artigianato creando dei prodotti unici e stupendi. Il tutto fatto con passione e dedizione.

Panorama migliore

Il panorama migliore sui sassi si vede da Piazzetta Pascoli. E se arrivate verso il tramonto sarà ancora più spettacolare.  

Chiese rupresti 

I Sassi sono dominati dal fascino delle chiese rupestri. Nei due rioni dei Sassi, Caveoso e Barisano, è possibile visitare molte chiese rupestri. Noi abbiamo visitato la Chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve. Costruita scavando nella roccia, è piccola ma suggestiva. Qui è possibile vedere ancora alcuni affreschi e resti antichi, vi lasceranno a bocca aperta!

Volete provare anche voi questo tour con guida e tappe nei migliori posti di Bari? Il tour è stato completamente organizzato da Italica Incoming. Vi aiuteranno nel creare il pacchetto adatto a voi e a farvi conoscere le tradizioni e la storia di questa terra facendovi entrare in contatto con le persone del posto.

Dormire

Barion Hotel. L'hotel è a un'ora da Matera,  mezz'ora dall'aereoporto e 20 minuti dalla stazione di Bari. Camere dotate di tutto il necessario e molto grandi. Colazione abbondante e con angolo dedicato al gluten free. Personale cordiale e gentile. La colazione la si fa dalla terrazza vista mare! E anche la mia camera era vista mare! Splendido svegliarsi ogni giorno con il mare ad aspettarti :-).  

Mangiare

Noi abbiamo fatto tappoa al Peperoncino Matera, un punto vendita di prodotti tipici della tradizione eno-gastronomica lucana e pugliese, dove noi abbiamo fatto un'ottima degustazione..

Peperoncino Matera offre l’opportunità di degustare e acquistare prodotti della tradizione lucana e pugliese, dai vini ai prodotti dolciari, dalle confetture ai sughi.

+Turismo