+Turismo

Informazioni

Arrivo a San Valentino in Abruzzo Citeriore previsto venerdì pomeriggio, assaggi del famoso gelato della gelateria di San Valentino, cena in ristorante locale a base di prodotti tipici e pernottamento

Il sabato, dopo una bella colazione a base di prodotti locali si parte per una escursione nella Valle dell’Orfento, il fiume che conferisce il nome allo splendido vallone che dalle vette principali del Massiccio della Majella scende fino all´abitato di Caramanico Terme. Quindi incontro con la guida escursionistica a Caramanico Terme per il sentiero delle Scalelle, un percorso, attrezzato con una serie di ponticelli e staccionate, che permette di “esplorare” la profonda gola incisa dal fiume nel corso di milioni di anni grazie alla forte corrente del corso d´acqua. Circa 3 ore di passeggiata per una visita in questo piccolo pezzo di Eden. Dopo un po’ di riposo nel pomeriggio si torna a San Valentino dove ad attendervi c’è Camilla, la maestra pasticcera della tradizione dolciaria del borgo che vi svelerà i trucchi e i segreti dei veri dolci salvalentinesi: il suo laboratorio sarà l’occasione per mettere le mani in pasta! La sera rilassatevi e gustate i piatti dell’enogastronomia locale in ristorante del borgo e pernottamento nella struttura scelta.

La domenica, dopo una rigenerante colazione, si apre all’insegna della sacralità che da sempre aleggia sulla montagna della Majella che attirò, attorno all´anno Mille, schiere di religiosi che stabilendosi nel profondo dei suoi valloni costruirono, adattando le cavità naturali, numerose chiesette rupestri. È la giornata ideale per un escursione alla scoperta di uno degli eremi più significativi della Valle del Pescara: l’Eremo di San Bartolomeo. S. Giovanni all´Orfento, S. Onofrio al Morrone, Madonna dell´Altare, S. Spirito a Majella, S. Bartolomeo in Legio sono tra gli eremi meglio conservati. Tra questi, S. Bartolomeo ancora oggi è meta di numerosi pellegrini, soprattutto in occasione della festività del 25 Agosto, una fetta di storia della Majella raccontata da una testimone d´eccezione: la pietra. Capanne in pietra a secco, muretti per i terrazzamenti, gli elementi predominanti lungo tutto il percorso le cui tappe principali sono: l´Eremo di San Bartolomeo in Legio e il complesso di capanne della Valle Giumentina. Dopo l’escursione, che dura circa 3 ore, è possibile riposarsi e scegliere di pranzare in un ristorante del territorio, per poi poter comodamente ripartire nel pomeriggio.

Dormire

Per dormire a San Valentino in Abruzzo Citeriore, consulta le strutture a questo link 

Mangiare

Per mangiare a San Valentino in Abruzzo Citeriore, consulta i ristoranti a questo link 

+Turismo