+Turismo

Informazioni

Andiamo a scoprire i Monti della Laga, uno dei mille luoghi della montagna d’Abruzzo, iniziando da Nord, proprio dal massiccio dei Monti della Laga che, posto al confine con Lazio e Marche, rappresenta un vero paradiso per l’escursionista grazie alla sua ricchezza di foreste ma soprattutto di acqua, che, in primavera dà origine a tante splendide cascate.

I Monti della Laga sono attaversati da numerose vie di collegamento, ben connesse alle principali arterie stradali, punteggiati di molti piccolo borghi e assai ben attrezzata dal punto di vista dei sentieri.

Nel cuore della catena dei Monti della Laga si trovano i comuni di Valle Castellana, Cortino, Crognaleto, Campotosto e Rocca Santa Maria, con le loro mille frazioni, spesso composte di poche case in arenaria. I percorsi in auto sono molto suggestivi , il paesaggio è ricco di vegetazione, con la vista che si immerge ora in strette gole per spaziare poi sui grandi orizzonti culminanti con viste mozzafiato sulle vette dei Monti della Laga e della vicina catena del Gran Sasso.

Le località turistiche più importanti sono il Ceppo, punto di partenza per splendidi itinerari verso il bosco Martese, le vette del massiccio e alcune cascate come la Morricana; il lago di Campotosto, uno dei maggiori bacini artificiali d’Europa, paradiso del birdwatching, caccia fotografica e cicloturismo lungo la splendida strada che lo costeggia per intero ; Cesacastina, minuscolo e suggestivo borgo da dove partono percorsi escursionistici verso la Valle delle Cento Cascate e poi, oltre, fino alle cime dei Monti della Laga.

Una località interessante è Piano Roseto, a cavallo tra Cortino e Crogaleto, rilassante pianoro verde ideale per scampagnate; nei pressi hanno inizio alcuni percorsi tra i quali quello che sale fino alla vetta del Monte Gorzano, passando accanto all’ononimo rifugio.

Tra le sue valli, I Monti della Laga offrono la visita di numerosi borghi abbandonati, minuscoli e di grande impatto emotivo, come ad esempio, Tavolero e Valle Piola; alcuni raggiungibili in auti, altri solo a piedi. I molti corsi d’acqua, alcuni davvero impetuosi in primavera, rappresentano una bella sfida agli amanti del torrentismo.

Verso Est la Montagna di Campli e la Montagna dei Fiori, detti Monti Gemelli, rappresentano gli ultimi contrafforti del massiccio prima delle dolci colline che scendono verso il mare; in mezzo ad essi si trova la frazione di Macchia da Sole, da cui partono varie sterrate, ideali per escursioni in fuoristrada, e un breve percorso a piedi che porta alle rovine della medievale fortezza di Castel Manfrino.

Sulle pendici dei due Monti Gemelli si trovano Civitella del Tronto, con la sue imponente fortezza e Campli, vero scrigno di tesori d’arte e Ripe di Civitella, punto di partenza per un affascinante percorso escursionistico che porta nella suggestiva e stretta gola del fiume Salinello, superando una bella cascata e le grotte degli Eremiti, risalendo fino a Castel Manfrino. Civitella del Tronto ospita una bella palestra sulla roccia per l’arrampicata sportiva.

Sul versante nord della Montagna dei Fiori è la stazione turistica di San Giacomo-Monte Piselli, ideale per passeggiate nel verde e belle escursioni.

I Monti della Laga distano soltanto mezz’ora di macchina dalle località balneari della costa abruzzese tra cui Alba Adriatica e Tortoreto Lido. Scegliere di trascorrere un mattinata al mare e poi decidere si fare una bella escursione in montagna è più che una possibilità. E’ realtà.

Consigli in Zona

+Turismo