+Turismo

Informazioni

Il sabato mattina, dopo una ricca colazione a base di prodotti tipici del territorio e l’incontro con Barbara, si parte per una escursione tra borgo e natura alla scoperta dei luoghi caratteristici di Fara, in particolar modo la parte più antica Terra Vecchia. Accompagnati il percorso si snoderà per le Gole e le sorgenti del Fiume Verde fino a raggiungere l’abbazia di San Martino in Valle. Una comoda passeggiata di circa due ore in cui poter scoprire i tesori nascosti dei faresi. Al rientro ad attendervi un pranzo a base di pasta con la possibilità di gustare i piatti della tradizione che si concluderà con una piacevole sorpresa. Sempre all’insegna del prodotto principe del territorio il pomeriggio avrà inizio con una visita al Museo Macaronium, alla riscoperta degli antichi mestieri, accompagnati da Giovanni. E poi arriva il momento di mettere le mani in pasta e imparare a fare gli spaghetti alla chitarra. Per chi non volesse fare la pasta l’alternativa è un panel test di oli del territorio. In serata cena libera e pernottamento.

Domenica: la giornata ricomincia con una ricca colazione a base di prodotti del territorio, pronti per incontrare di nuovo Barbara e partire alla volta di un’altra escursione nella natura, ma questa volta alla scoperta delle Grotte di Sant’Angelo a Palombaro. La grotta, posta a 1000 metri s.l.m. è accessibile tramite un sentiero naturale che ripercorre il tracciato di un antico braccio tratturale della Maiella che conduceva ai pascoli del Martellese e del monte Ugni. Dopo circa due ore di escursione arriva l’ora del pranzo per rifocillarsi: menù a base di piatti della tradizione abruzzese. Nel pomeriggio partenza.

Dormire

Per dormire a Fara San Martino si possono consultare le strutture a questo link

Mangiare

Per mangiare a Fara San Martino si possono consultare i ristoranti a questo link

+Turismo