+Turismo

Informazioni

Un accogliente paesaggio e prodotti tipici noti in tutto il mondo
La presenza, nel Parco, delle diverse fasce altimetriche (dai 400 ai 1650 m s.l.m.) garantisce una notevole varietà di ambienti e un elevato grado di biodiversità. Un ambiente ancora integro, dove da secoli la natura si sposa con il vivere dell'uomo, per dare vita ad eccellenze agroalimentari conosciute e apprezzate in tutto il mondo come il Parmigiano-Reggiano DOP e il Prosciutto di Parma DOP.
Un territorio dove si abita, si lavora… si vive!
Un'accogliente "terra di mezzo" tra le grandi città della Pianura Padana e l'isolato e selvaggio crinale Tosco-Emiliano.
Nato nel 1995 come Parco di Crinale dell'Alta Val Parma e Cedra, dopo l'istituzione (2001) e l'ampliamento (2010) del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Parco Regionale ha riconfigurato il proprio territorio e ha cambiato la propria "missione".
Non più solo tutela degli splendidi ambienti sommitali, ricchi di natura e quasi completamente disabitati, ma piuttosto valorizzazione del paesaggio rurale di media montagna, ancora ben conservato e ricco di biodiversità, agricoltura, prodotti tipici, cultura e turismo.

Dal 2012 è gestito dall'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Occidentale.

Il Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma, meglio noto come Parco dei Cento Laghi, tutela una porzione di circa 26000 ettari dell'Appennino parmense orientale in prossimità con le province di Reggio-Emilia e Massa-Carrara. 
La presenza delle diverse fasce altimetriche (dai 400 ai 1650 m s.l.m.) garantisce una notevole varietà di ambienti e un elevato grado di biodiversità. 

Un ambiente di media montagna ospitale e accessibile, nel quale un natura ancora ben conservata, fa da cornice a dolci paesaggi agricoli ed a tante emergenze storico-testimoniali e culturali (pievi, castelli,…).

E' un territorio vivo e vitale dal quale l'uomo ha saputo dar vita ad prodotti agroalimentari apprezzati in tutto il mondo: Parmigiano-Reggiano DOP e Prosciutto di Parma DOP su tutti.

E' un Parco che accoglie, a portata di tutti; un angolo di natura e bei paesaggi a pochi chilometri dall'iperindustrializzata pianura padana.

Nato nel 1995 come Parco di Crinale dell'Alta Val Parma e Cedra, a tutela di aree del crinale appenninico, dopo la nascita del del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Parco Regionale, nel 2009, ha riconfigurato il proprio territorio, ampliandolo verso valle e ha unito alla propria originaria "missione" quella della valorizzazione dei prodotti tipici locali e dell'agrobiodiversità.

Non più solo tutela degli splendidi ambienti sommitali, ricchi di natura e quasi completamente disabitati, ma piuttosto valorizzazione del paesaggio rurale di media montagna, ancora ben conservato e ricco di biodiversità, agricoltura, prodotti tipici, cultura e turismo.

Punteggio Protocollo Green PiuTurismo: 0/8


Il lato Green

Consigli in zona

+Turismo