+Turismo

Informazioni

Il Castello di Thiene è uno straordinario esempio di villa pre-palladiana, unico esemplare del suo genere, sia per caratteristiche architettoniche che per destinazione funzionale; edificato nella metà del XV secolo, è considerato un caposaldo nell’evoluzione delle ville venete.

Le sale conservano intatti affreschi di G.A. Fasolo e G.B. Zelotti, mobilio, ritratti d’epoca e un’interessante  collezione di tele equestri del XVII secolo. Straordinaria la scuderia, l’ambiente più singolare e sfarzoso di tutto il complesso monumentale, edificata fra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo su disegno dell’arch. F. Muttoni. Il Castello oggi si inserisce in un contesto completamente urbanizzato nel cuore del centro storico di Thiene di cui ne è il simbolo. Le cinta di mura e gli ampi portoni sagomati a torre merlata, separano 12.000mq di parco dalle pubbliche vie.

Visitabile tutto l’anno su prenotazione per gruppi di almeno 10 persone. Per individuali visite guidate da metà marzo a metà novembre martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica  con turni alle ore 15.00; 16.00; 17.00 e sabato turni alle ore 10.00 e 11.00  (non serve prenotazione).

Su richiesta è possibile completare la visita con un esclusivo welcome coffee o un pranzo nelle splendide sale del castello o nel suggestivo parco storico. Si ospitano  inoltre ricevimenti nuziali, pranzi aziendali, conferenze, servizi fotografici.

Il Castello è dimora privata custodita con passione dai proprietari che si impegnano a  valorizzare  questo vasto complesso con eventi culturali di rilievo, visite guidate e percorsi didattici specifici, con laboratori  e attività ludiche, ideati per le scuole di ogni ordine e grado. Ogni anno ospita due importanti mostre mercato: a inizio settembre VIRIDALIA dedicata al giardinaggio naturale con espositori selezionati dall' Italia e dall' estero: piante, fiori, oggetti per vivere secondo natura; coltivazione biologica e biodinamica. A metà novembre TEMPO DI NATALE propone eccellenze artigiane con tantissime originali idee regalo per la casa, la persona e la buona tavola.

Da quest’anno è possibile vivere l’esperienza di soggiornare in questa antica e prestigiosa dimora al piano nobile del corpo principale.

Servizi

  • parcheggio
  • posti letto
  • wifi
  • raggiungibilità con mezzi pubblici
  • animali domestici
  • accesso disabili
  • attività didattica
  • Climatizzazione

Punteggio Protocollo Green PiuTurismo: 1/8

  • Fa promozione del suo territorio


Il lato Green

Ogni anno a inizio settembre ospitiamo VIRIDALIA mostra mercato dedicata al giardinaggio naturale con espositori selezionati dall' Italia e dall' estero: piante, fiori, oggetti per vivere secondo natura; coltivazione biologica e biodinamica.

Consigli in zona

Il Castello si trova ai piedi dell’Altopiano di Asiago e il territorio si snoda dolcemente tra le colline e le vallate con una varietà di paesaggi e di scorci panoramici di rilievo.Nel bellissimo paesaggio che caratterizza l’area sono numerose altre Ville Venete , come villa Godi Malinverni, prima opera del grande architetto Palladio, Villa Piovene di Lonedo di Lugo di Vicenza, Villa Capra di Sarcedo, Villa Giusti di Zugliano, Villa Capra Carretta di Carrè, Villa Ghellini e Villa Verlato di Villaverla, Villa Da Schio Cita di Montecchio Precalcino  Villa Cordellina con gli affreschi del Tiepolo a Montecchio Maggiore. All’interno delle ville si possono ammirare importanti cicli di affreschi del manierismo cinquecentesco veneto, da Zelotti al Fasolo.

Non può mancare nella vostra visita una passeggiata ai borghi storici della Pedemontana Vicentina come Bassano del Grappa, Schio, Thiene, Marostica, Montecchio Maggiore, Arzignano e Valdagno.

La storia e la cultura dell’area sono testimoniate anche dalle chiesette campestri e dagli antichi oratori ricchi d’arte come la chiesetta di San Giorgio di Velo D’Astico con un raro affresco del Mille, la splendida chiesetta di San Biagio di Grumolo Pedemonte, la chiesetta di San Pietro di Montecchio Precalcino, la Chiesa di Sant'Agata a Cogollo del Cengio e quella dei Santi Felice e Fortunato a Fara Vicentino e i grandi luoghi di culto legarti a miracoli ed apparizioni come la Grotta di Lourdes a Chiampo, la salma di Santa Bakhita a Schio o il Santuario della Madonna dell'Olmo a Thiene.

L’area è gelosa custode della propria identità culturale, testimoniata dalle rievocazioni storiche in costumi d’epoca come La partita a Scacchi di Marostica, Thiene 1492, il giuramento di Bodo di Sarcedo, La ballata del Millenio a Bassano del Grappa, l’Arrivo della Reliquia di Zugliano, Il ritorno dal Bosco di Valdastico, la Cuccagna dei Morosini a Cartigliano.

Non mancano le testimonianze della Grande Guerra combattuta ai limiti degli altipiani con testimonianze nel museo di Fusine di Posina, nei percorsi culturali di Laghi, Caltrano, Lugo, Tonezza e Lusiana, nel grande sacrario del Monte Grappa e nelle testimonianze tutt'ora visibili a Bassano del Grappa e Cogollo del Cengio.

Inoltre il territorio è stata fonte di ispirazione per numerosi scrittori italiani e stranieri, da Luigi Meneghello, Antonio Fogazzaro, Guido Piovene, Mario Rigoni Stern a Hemingway e Brittain, che narrano la vita di tutti i giorni, la guerra che tanto ha segnato quest’area, la natura che li ha incantati.

Con i suoi musei e luoghi speciali dedicati ai bambini, i numerosi percorsi e itinerari da percorrere a piedi, in bici o a cavallo, i borghi storici e le ville, la pedemontana vicentina è davvero una terra da scoprire e che regalerà un'esperienza indimenticabile a tutti!

Vi aspettiamo!

 

I luoghi di PiuTurismo: